WhatsApp, ecco come risultare invisibili ai vostri contatti

Su WhatsApp è possibile attivare alcune opzioni per diventare anonimi: ecco come fare con uno smartphone Android e con iPhone.

Parliamo di

WhatsApp è ormai diventata un’app della quale non si può fare a meno, per lavoro o per diletto. Nata come semplice app di chat, negli anni si è trasformata in uno strumento per la produttività personale e anche aziendale. La si può usare per fare riunioni, presentazioni di prodotti, ma anche per tenere lezioni a distanza e così via. A volte, però, utenti e gruppi possono diventare molesti ed è per questo che potrebbe essere utile “nascondersi” per qualche tempo e diventare anonimi. Ecco come.

WhatsApp, ecco come risultare invisibili

Per nascondersi su WhatsApp e risultare quasi  invisibili basta semplicemente restringere la privacy dei vostri contatti, impendendo innanzitutto loro di non vedere più le cosiddette spunte blu, quelle cioè che fanno capire se il destinatario ha letto o meno un messaggio e di conseguenza capire se questi sia online oppure no. Tuttavia questo passaggio, da solo, non basta, in quanto comunque chiunque potrebbe controllare e verificare facilmente quanto vi sete collegati alla chat l’ultima volta.

Bisogna quindi intervenire anche sull’opzione relativa alla segnalazione dell’ultimo accesso. Su mobile vi basta aprire l’applicazione, poi premere sull’icona dei tre puntini in alto e andare in Impostazioni > Account > Privacy. All’interno di quest’ultima pagina selezionate e poi cliccate sulla voce Ultimo accesso per spuntare l’opzione Nessuno.

In questo modo chiunque si collegherà su WhatsApp non potrà più vedere l’ora e il vostro ultimo accesso (lo stesso però varrà anche per voi). Se ciò non dovesse ancora bastarvi, ci sono delle app di terzi che fanno diventare anonimi su WhatsApp e tra queste c’è GBWhatsApp. Serve per agire su alcuni parametri dell’applicazione ufficiale di proprietà di Facebook: dalla grafica ai temi personalizzati, ma anche sulla privacy. Per chi ha un iPhone, invece, l’app consigliata è Watusi, che funziona esattamente come l’altra applicazione sopra descritta, ma oltre a non mostrare l’ultimo accesso e le spunte blu, modifica la privacy a seconda del contatto. Insomma, per alcuni possiamo rimanere visibili, mentre completamente nascosti agli occhi di altri.

Ti potrebbe interessare