Tre motivi per cui conviene comprare l’iPhone SE (2022)

iPhone SE (2022) è la nuova proposta di Cupertino per la fascia media: il device è un ottimo affare, a patto che teniate conto di tre fattori.

Recentemente Apple ha tolto i veli al nuovissimo iPhone SE (2022), il midrange che presenta il chipset Bionic A15 sotto la scocca. Con un prezzo di partenza di 529 euro da noi in Italia, è destinato a diventare un Best Buy assoluto. Certo, il rapporto qualità-prezzo non è male (anche se è più conveniente negli USA dove viene venduto a 429 dollari), ma adesso vi sveleremo tre motivi per cui conviene comprarlo.

Attenzione: non stiamo ponendo a confronto un telefono Android con iOS, ma stiamo solo specificando quali sono le funzionalità killer di questo nuovo SE della mela. Il punto è che non vi consigliamo di comprarlo perché “costa poco”: ci sono alcune valutazioni da fare.

iPhone SE (2022): perché è un affare

In primo luogo, lo schermo è più piccolo di quanto potete pensare: certo, la risoluzione è ottima ma ovviamente non è paragonabile a quella che si avrebbe su un pannello da 6,1 o 6,7 pollici. Vi devono veramente piacere gli schermi piccoli, altrimenti vi troverete fra le mani un dispositivo inutile per il vostro utilizzo.

Io per esempio, avendo le mani piccole, non ho difficoltà nella digitazione, ma conosco persone che, con terminali del genere, non riescono a scrivere decentemente un messaggio. Quanto è grande il display di SE? 4,7 pollici, per la precisione. Come detto, è un contro, ma per molti questa dimensione può essere la svolta.

Anche il gaming potrebbe alquanto complicato, non per la potenza in sé, quanto per lo schermo. Quante volte capita di schiacchiare tasti involontariamente con questo device non potete immaginare. Ma, ehy: può essere un problema di poco conto per chi vuole usare il telefono in ambito lavorativo e basta. Come sempre, non abbiamo una gaming mode dedicata su Apple e anche la dissipazione del calore non vi farà amare il gaming da mobile con SE (2022). Meglio optare per un iPad Mini se si vuole provare l’esperienza videoludica.

Dimensioni compatte, schermo compatto, ma la batteria?

Sì, il powerbank sarà il vostro migliore amico ma non preoccupatevi: essendo piccolo è vero che ha una batteria meno generosa ma Apple promette più autonomia rispetto al passato anche se dovete considerare di farci un utilizzo business, meno social e meno gaming.

Insomma, questo mediogamma è fatto per chi lavora, è pensato per chi bada al sodo e vuole un classico senza tempo, aggiornato e funzionale. In definitiva, per 529 euro, non è affatto male: magari vi consigliamo di attendere uno street price di 499€ su Amazon.

Ti potrebbe interessare