Il nuovo Studio Display di Apple come non lo avete mai visto

Il portale di iFixit ha eseguito un nuovo teardown dello Studio Display di Apple e ha scoperto che presenta una costruzione simile a quella dell’iMac.

In queste ore è emerso su YouTube il teardown del nuovo Studio Display di Apple. Grazie a quanto vediamo nel video, scopriamo che internamente, il pannello sembra essere molto simile all’iMac.

Poche settimane fa, l’OEM di Cupertino ha presentato il suo primo schermo standalone dai tempi del Pro Display XDR del 2019. Il portale di iFixit ha eseguito lo smontaggio dello stesso per carpirne i suoi segreti più intimi. Ecco cosa ha scoperto.

Studio Display sembra un iMac dall’interno

Scopriamo che al suo interno, il nuovo pannello non è molto diverso dall’iMac con processore Intel. Di fatto, troviamo un chipset A13 (lo stesso che era presente nell’iPhone 11), degli speaker stereo e diverse ventole al seguito.

I membri di iFixit hanno mostrato un iMac aperto e lo hanno paragonato al nuovo device. A prima occhiata, i due prodotti sembrano essere più simili del previsto. Sono in molti ad averli confusi con un rapido sguardo.

Lo Studio Display si apre facilmente: basta svitare il pannello principale e il gioco è fatto. Si è scoperto anche che la webcam integrata da 12 Megapixel è identica, in tutto e per tutto, alla camera dell’iPhone 11.

Questo però ci pone alcune dubbi: le prime valutazioni sulla qualità della camera stessa sono state terribili. Di fatto, non dovrebbe presentare problemi, visto che è identica a quella del melafonino del 2019. Probabilmente, un update del software dovrebbe sistemare il tutto.

Notiamo poi che lo schermo presenta la stessa tecnologia dell’iMac 5K; da segnalare poi gli altoparlanti che sono “impressionanti” per essere degli speaker dedicati ad un semplice monitor. Tuttavia sono incollati: questo renderà difficile la rimozione dell’hardware dagli stessi. Secondo quanto riportato da iFixit, la costruzione del monitor “è un’impressionante testimonianza della capacità di Apple di risolvere i problemi“.

Ad ogni modo, l’azienda non ha ancora concluso il teardown: potremmo scoprire nuovi retroscena nei giorni a venire. Restate connessi.

Ti potrebbe interessare