Allarme malware in Italia: è la nazione più colpita in Europa

Rapporto di Trend Micro Research: in Italia il numero totale di malware intercettati nel 2021 è stato di oltre 60 milioni.
Rapporto di Trend Micro Research: in Italia il numero totale di malware intercettati nel 2021 è stato di oltre 60 milioni.

Trend Micro Research ha presentato il suo rapporto annuale sulla sicurezza internazionale e gli attacchi informatici avvenuti in tutto il mondo, Italia compresa, ovverosia “Navigating new frontiers“. Raccogliendo le più recenti informazioni sulle minacce da tutto il globo, l’azienda esplora continuamente il panorama delle azioni dei cybercriminali per offrire informazioni, soluzioni e supporto a governi, forze dell’ordine a livello internazionale ed enti privati. Ecco cosa ha scoperto.

Italia, quarta nazione più colpita al mondo

Secondo i dati raccolti dagli analisti della società di sicurezza informatica, l’Italia è stato il quarto Paese al mondo (e il primo in Europa) più colpito dai malware nel 2021. In tal senso, il numero totale di malware intercettati nel 2021 è stato di oltre 60 milioni (62.371.693), mentre nel 2020 erano stati circa 22 milioni. Numeri che devono far riflettere e che, soprattutto lanciano un pericoloso allarme, visto che tra i più colpiti ci sono i settori della pubblica amministrazione, banche e sanità.

Le minacce via e-mail che hanno colpito il nostro paese sono state 336.431.403, i siti maligni ospitati in Italia e bloccati sono stati 269.383; mentre il numero di app maligne scaricate è stato di 51.103, infine i malware unici di online banking intercettati sono stati 3.478.

A livello globale, invece, il 2021 è stato caratterizzato da attacchi alle infrastrutture e ai sistemi per il lavoro da remoto, in particolare i sistemi cloud configurati in maniera errata, con un incremento del 42% delle minacce rispetto al 2020. “I nostri ricercatori forniscono informazioni sulla cybersecurity 24 ore su 24, 7 giorni su 7, su minacce note, vulnerabilità e previsioni future, con riferimento a molteplici aree della rete: cloud, gateway, email, web, rete, server, endpoint, mobile e IoT/IIoT”, spiega la società di sicurezza informatica a voler sottolineare come svolge le sue indagini a 360 gradi.
malware

In grande crescita anche la diffusione dei ransomware, ovverosia quella tipologia di virus che bloccano i dispositivi e viene chiesto un riscatto alle vittime per sbloccarli, e poi le mail truffa (più di 336 milioni), i siti maligni (oltre 18 milioni di visite), app maligne (scaricate circa 51.103) e malware legati all’online banking (circa 3.478).

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti