Atsushi Inaba su MadWorld

Il noto game-designer si lascia andare ad alcune considerazioni su MadWorld
Il noto game-designer si lascia andare ad alcune considerazioni su MadWorld

Sin dall’annuncio ufficiale ad esso relativo, MadWorld ha fatto notevolmente parlare di sè in virtù della peculiare estetica grafica che gli sviluppatori hanno deciso di adottare. Parliamo del suo bianco e nero contrastato di evidente ascendenza fumettistica, che in molti hanno già paragonato a Sin City e Running Man.

In un’intervista concessa a WiiFanboy, Atsushi Inaba tiene a precisare come stanno le cose in merito parlando delle fonti di ispirazione relative al suo videogioco: “Nonostante apprezziamo molto sia Sin City che Running Man mi dispiace ammettere che non rappresentano le nostre fonti di ispirazione. Ciò che vedrete su schermo parte piuttosto da un concept di fondo che sta alla base del titolo stesso e riguarda la volontà da parte nostra di scioccare il player con un impatto visivo che connoti sin da subito una violenza fuori dagli schemi. Da questo punto di vista l’intero team sta lavorando decisamente sodo per dare coerenza stilistica al prodotto finale”.

Alla domanda sul perché i Platinum Games abbiano scelto il Wii quale piattaforma di riferimento per lo sviluppo di MadWorld, Inaba poi, molto sinceramente, risponde: “Per via della base di utenti ampia e ci ha portato all’interesse per questa piattaforma ed alla volontà di creare per essa un videogioco unicamente definibile come cool“.

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti