il LANCOM XAC-40-1: un nuovo access point per gli ambienti ostili.

E’ stato annunciato il 16 aprile con un comunicato stampa la messa in commercio del Lancom XAC-40-1, un access point wireless pensato per tradurre il segnale del buon vecchio cavo in wireless e viceversa, rivolto soprattutto al mondo dell’industria per le sue peculiarità di funzionamento ambientali. Il problema centrale di molti router professionali e pensati per il mondo industriale è infatti rappresentato dalle specifiche di funzionamento più o meno standardizzate: dagli 0 ai 40 gradi per il funzionamento e da -20 circa a 50-60 gradi per il mantenimento. L’hardware della tedesca Lancom, invece, garantisce la sua operatività da -20 a 50° risultando ottimale per le applicazioni enterprise in criticità quali nel settore dell’energia, della ricerca etc.

Questa peculiarità non offusca la qualità del prodotto che opera fino a 108 Mbps e su frequenze che vanno dai 2.4 a 5 Ghz. E’ corredato da un’ampia gamma di pacchetti di sicurezza quali il Qos e la crittografia a 64 bit per le chiavi WLAN. Non va dimenticato il sistema operativo interno LANCOM con funzioni di gestione e configurazione avanzate, ma relativamente intuitive (chiaro, non stiamo parlando di un router domestico).
Nonostante tutto questo la cosa che colpisce di più in questo apparecchio è l’hardware robusto basato su una alimentazione quattro volte ridondante e progettato per resistere a forti vibrazioni, sbalzi termici repentini e sollecitazioni in termine di pressione diverse da quelle ambientali.
Il prodotto sarà disponibile dal giugno di quest’anno al prezzo non troppo elevato di 570 ?.

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti