Meebo e Universal, è accordo win-win

Meebo e Universal hanno siglato una partnership per trarre vantaggio l'una dei servizi dell'altra al fine di promuovere i propri contenuti o tenere agganciata la propria utenza. Si conferma così la tendenza musicale di Meebo e quella social di Universal
Meebo e Universal hanno siglato una partnership per trarre vantaggio l'una dei servizi dell'altra al fine di promuovere i propri contenuti o tenere agganciata la propria utenza. Si conferma così la tendenza musicale di Meebo e quella social di Universal

Con una mossa sperano vincente per entrambi, Meebo e Universal Music hanno siglato un accordo per poter sfruttare l’uno le possibilità di promozione offerte dai servizi dell’altro, così da guadagnare reciprocamente dal posizionamento in rete e dal successo musicale.

Meebo è un software per la chat online e in virtù dell’accordo potrà mettere sulle sue pagine, o dovunque lo ritenga più efficace, video di artisti Universal finanziati dalla pubblicità oppure in modalità premium a pagamento. Non è una grande novità, ma rappresenta comunque un buon colpo per la compagnia che ha ormai portato online 150 artisti musicali attraverso la sua Meebo MediaBar, un trend significativo che mette in mostra quale debba essere il target del software.

«Sia che si tratti del rock dei The Killers che l’hip hop di Kanye West gli utenti di Meebo sono molto appassionati di musica e amano condividerla» ha infatti dichiarato Martin Green, COO di Meebo. Mentre dall’altra parte Larry Baach, vicepresidente alle Global Initiatives di Universal conferma come «Meebo ha catturato l’interesse di un’utenza molto giovane, fedele e attiva».

La Universal dal canto suo potrà avvantaggiarsi delle API già lanciate tempo fa da Meebo per integrare chat (tramite embed) sulle sue pagine. Dunque tutto il lavoro compiuto dalla compagnia partner nei termini di diffusione delle possibilità di chat, verrà ora sfruttato dalla Universal nelle sue pagine.

Per la grande etichetta musicale Meebo non è certo la prima delle partnership: già ce ne sono state di importanti con Imeem, Last.fm e Buzznet. In più secondo alcune indiscrezioni la Universal starebbe anche lavorando ad una piattaforma propria per veicolare contenuti in alta qualità sullo stile di Hulu.

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti