Razer presenta la Tuta da Gaming: pesce d'Aprile?

Razer ha presentato una nuova periferica: una tuta aptica per il metaverso, un divertente pesce d'aprile davvero ben fatto.
Razer ha presentato una nuova periferica: una tuta aptica per il metaverso, un divertente pesce d'aprile davvero ben fatto.

Razer ce l’ha rifatta, anche se era scontato: arriva un nuovo pesce d’aprile, una tuta aptica dal nome Hypersense Suit che permetterebbe di provare tutta l’esperienza tattile all’interno del metaverso.

Da quello che si vede nel video, decisamente ben fatto per uno scherzo, questa tuta permetterebbe di sentire ogni contatto all’interno del gioco, dai danni subiti su Elden Ring ai colpi ricevuti in Street Fighter. Ovviamente si capisce poi che è tutto uno scherzo, viste anche le facce e le scene mostrate in video, però un plauso alla genialità della cosa.

Razer scherza ancora: nuovo pesce d’aprile

Non è la prima volta che Razer gioca sui suoi prodotti mostrando degli scherzi al limite: dal 2010 ad oggi, ogni anno l’azienda nota per le periferiche da gaming, ha sempre rivelato prodotti avveniristici che non sarebbe male avere sul serio (con le dovute precauzioni).

razer

Ecco allora che si parte con Razer Venom, la bevanda per le performance da gaming per il giocatore, per poi passare agli Snakeeyes, alle successive lenti Eidolon e i capelli RGB Rapunzel. Ci sono stati anche progetti più buffi, come il mouse overboard McFly e il tostapane.

Il video, che potete vedere qui in calce, rivela questa tuta come il non plus ultra per il metaverso: dal feedback aptico durante la guida nei giochi di corse, fino addirittura alle costole spezzate durante un match di Street Fighter. La cosa buffa però arriva dopo: prendendo il titolo del momento, Elden Ring, la tuta mostra l’impatto delle ripetute morti del personaggio durante il gioco.

Presente – ovviamente – alla fine una serie di colorazioni diverse a seconda del momento di gioco, con tanto di facce diverse in base al sentimento del giocatore che si possono palesemente vedere sul volto del protagonista del video. Insomma, tutti sognano una tuta VR, e ora Razer l’ha fatta (ma come pesce d’aprile.

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti