QR code per la pagina originale

Como Audio Duetto: speaker connesso dal design retrò

Dal creatore di Tivoli arriva una smart radio moderna, ricca di connettività e con supporto all’audio multistanza.

Prezzo

€ 550

In offerta su Amazon

€ 549

Giudizi
  • Caratteristiche8,5
  • Design8,5
  • Prestazioni8,2
  • Qualità prezzo7
Pro

Molteplici connettività, NFC, design

Contro

Assenza tecnologie surround 3D Dolby/DTS

Di , 20 Gennaio 2020

Sebbene il nome sia chiaramente italiano, Como Audio è un’azienda americana specializzata nella produzione di sistemi musicali caratterizzati da un design classico e da una buona qualità sonora e progettati dallo stesso Tom DeVesto che in passato ci portò le apprezzatissime radio a brand Tivoli. L’attuale famiglia Como Audio comprende ben sette prodotti, ma oggi parliamo di Duetto, uno smart speaker con display e una coppia di altoparlanti per un audio stereo. Vediamo quali sono state le nostre impressioni.

Caratteristiche ()

La confezione di vendita di Duetto comprende lo speaker, il telecomando con due batterie AAA e la manualistica.

Il design è molto classico e squadrato, con dimensioni di 37×14,2x14cm e peso di 2,9Kg. La parte frontale, simmetrica, presenta al centro un display da 3,2 pollici con sopra sei tasti preset e sotto tre manopole/pulsanti per controllare volume e settaggi; ai lati del display sono presenti invece le griglie per gli altoparlanti, due per lato in conformazione mid/woofer da 76mm e tweeter da 19mm, pilotati da un amplificatore in classe D di potenza 2x30W e DSP ad equalizzazione variabile.

Sulla parte posteriore troviamo la porta di alimentazione, l’antenna telescopica per la radio (supportate sia la classica radio FM che la più moderna DAB/DAB+) ed un array di porte per estendere le funzionalità del dispositivo, fra cui una uscita cuffia, una uscita analogica aux, due ingressi aux ad alta risoluzione per collegare ad esempio un lettore CD o uno smartphone (tutti con jack da 3,5mm), un ingresso ottico per collegare l’audio di un TV, una porta USB per chiavette o hard disk in grado anche di ricaricare uno smartphone o qualsiasi altro dispositivo da 5V/1A, ed una porta microUSB di servizio ad uso esclusivo dell’assistenza tecnica.

Le connettività wireless comprendono il WiFi dual-band per accedere direttamente alle internet radio e a Spotify Connect, il Bluetooth 4.1 con supporto ai protocolli aptX, l’NFC per l’abbinamento rapido con uno smartphone, il DLNA per lo streaming da un server multimediale. Presente anche la compatibilità con Alexa, che però richiede un dispositivo Echo esterno non essendoci microfoni in Duetto.

Possibile poi impostare due sveglie e un timer per l’autospegnimento, oltre alla configurazione con altri dispositivi Como Audio in modalità multi-room per la quale sarà necessario installare l’app Como Control, disponibile sia per Android che per iOS, e che semplifica notevolmente la gestione del dispositivo.

Prezzo()

Como Audio Duetto è distribuito in Italia da Audiogamma che lo propone al prezzo consigliato di €549 per le versioni in colore laccato bianco e nero, e di €499 per le versioni in legno noce naturale e noce chiaro.

Recensione()

Se Tom DeVesto era riuscito a rendere appetibile la vecchia radio FM con manopola grazie al design e alla qualità di Tivoli, con il nuovo brand Como Audio arrivano tecnologie più moderne come il multi-room e il supporto alle radio online da tutto il mondo. Ma in un mondo che ci presenta un’ampia scelta di smart speaker con linee e connettività di tutti i tipi quale può essere lo spazio per un dispositivo come Duetto?

Il design è molto gradevole e adatto a qualsiasi tipo di arredamento: Duetto sta bene sia su un mobile classico che su una mensola di stile più essenziale, sia che si scelga una colorazione laccata che una in legno di noce.

La configurazione iniziale deve essere fatta utilizzando i tasti sul device, ed è un pochino laboriosa soprattutto per il collegamento alla rete WiFi. Dobbiamo poi segnalare che all’arrivo di un aggiornamento software, che viene scaricato ed installato automaticamente dal sistema, successivamente al riavvio sarà necessario ripetere la configurazione, perdendo sia la connessione alla rete che gli eventuali preset salvati.

Una volta connesso alla rete internet sarà possibile connettere il Duetto all’app Como Control installata sullo smartphone e scegliere la modalità di scelta in modo più semplice.

Possiamo quindi scegliere uno degli ingressi aux se abbiamo collegato dispositivi esterni, oppure una stazione radio FM o DAB, o ancora una radio online da scegliere fra un’ampia lista suddivisa per paese o genere musicale.

L’audio è complessivamente di buona qualità, sebbene forse ci aspettavamo qualcosa in più. Non eccessivamente alti i bassi, piuttosto buoni gli alti, manca sicuramente un effetto 3D come ormai consuetudine negli smart speaker (pensiamo soprattutto al Dolby Atmos che arricchisce l’audio di molti altoparlanti casalinghi moderni). Sebbene sia possibile regolare l’equalizzazione del suono, essa è molto basilare e prevede solo due selettori per gli alti e i bassi e un preset più adatto all’audio della TV.

Buona l’integrazione con Spotify: se smartphone e Duetto sono collegati alla stessa rete WiFi vedremo comparire lo speaker nella lista dei dispositivi dell’app Spotify sul telefono (o tablet, o PC) e potremo inviare l’audio delle nostre playlist preferite su Duetto; da notare però che sono supportati solo account premium e non free.

Dall’app Como Control è anche possibile impostare un account Nuvola che ci consente, una volta abilitata l’omonima skill Alexa, di inviare audio a Duetto chiedendo ad un qualsiasi dispositivo Amazon Echo presente in casa. Assente invece la connettività Google Cast e l’integrazione in Google Home: potremo usare il Bluetooth per inviare a Duetto musica dai dispositivi Nest.

Complessivamente Duetto è uno speaker molto versatile, sebbene oggi si trovi a competere con prodotti del calibro di Echo Studio e Sonos One; sicuramente il design retrò è uno dei punti di forza, ma non possiamo non considerare il prezzo di vendita, veramente alto, che potrebbe penalizzarlo.