QR code per la pagina originale

Amazon Echo Studio: miglior smart speaker per la musica

Il nuovo Echo Studio ha cinque speaker, le più recenti tecnologie audio HD e calibrazione automatica del suono.

A partire da

€ 199

In offerta su Amazon

€ 199

Giudizi
  • Caratteristiche9,5
  • Design9
  • Prestazioni9,8
  • Qualità prezzo10
Pro

Resa audio, prezzo, autocalibrazione, design

Contro

Niente da segnalare

Di , 11 Novembre 2019

Lanciato durante l’ultimo evento hardware di Amazon, tenutosi a Seattle lo scorso 25 settembre, arriva anche in Italia e in contemporanea con gli Stati Uniti il nuovo Echo Studio, definito il miglior smart speaker per gli amanti della musica di qualità grazie alla presenza di ben cinque diffusori e alla compatibilità con le più recenti tecnologie di audio HD.

Confezione e design ()

All’interno della confezione di vendita, caratterizzata dal tipico colore azzurro della linea Echo, troviamo lo smart speaker e il cavo di alimentazione.

Il design di Echo Studio ricalca molto quello dei più recenti Echo ed Echo Plus, con una forma cilindrica ricoperta in tessuto color antracite; data la dotazione interna di diffusori il diametro è chiaramente superiore e pari a 175mm, per un’altezza di 206mm ed un peso di 3,5Kg. Sulla parte superiore, in un anello in materiale plastico posizionato intorno all’anello luminoso di Alexa, troviamo i quattro pulsanti (volume +, volume -, muto e azione) e i sette microfoni a lungo raggio.

Sulla parte posteriore trovano poi posto la porta di alimentazione, una porta microUSB di servizio ed un ingresso aux da 3,5mm in grado di accettare in ingresso anche un cavo ottico mini (mini-Toslink). Notiamo poi anche una fessura che attraversa tutto il corpo del device, con lo scopo di amplificare i bassi provenienti dal woofer posizionato immediatamente sopra.

Echo Studio

Scheda tecnica ()

Dicevamo della presenza di cinque diffusori, e infatti all’interno di Echo Studio troviamo un woofer da 133mm rivolto verso il basso, un tweeter da 25mm rivolto verso il lato frontale, e tre midrange da 51mm che riempiono lo spazio ai due lati e in alto. Combinati con un amplificatore di potenza a banda ampia da ben 330 Watt e a un DAC a 24 bit, ma soprattutto con le tecnologie Dolby Atmos e Sony 360 Reality Audio essi permettono a Echo Studio di riempire la stanza con un suono avvolgente e corposo.

Echo Studio è inoltre in grado di analizzare l’acustica della stanza in cui viene posizionato e di calibrarsi automaticamente per offrire il sound ottimale sia in base alla propria posizione e a quella dell’arredamento, sia in base alla tipologia di musica che viene ascoltata. Inoltre, Echo Studio può connettersi ai dispositivi Fire TV per funzionare da speaker esterno al televisore, e può essere usato da solo, in configurazione stereo con un altro Echo Studio, e in abbinamento ad un Echo Sub sia singolarmente che in coppia stereo.

Presenti poi il WiFi dual-band, il Bluetooth ed un hub Zigbee per connettersi direttamente a dispositivi smart home, oltre naturalmente all’intelligenza artificiale di Alexa.

Disponibilità e prezzo ()

Il nuovo Amazon Echo Studio è disponibile su Amazon, al prezzo di listino di €199,99. (Compra su Amazon)

Echo Studio

Recensione ()

Già dalle prime informazioni che abbiamo appreso durante il lancio, Echo Studio ha subito catturato le nostre attenzioni e stimolato la nostra curiosità, e più di ogni altro dispositivo Echo abbiamo voluto provare approfonditamente l’effettiva resa audio che è il vero fattore differenziativo del device.

E se infatti quasi tutte le altre caratteristiche, dalla configurazione semplice ed immediata tramite app Alexa, a tutte le funzionalità dell’assistente vocale di Amazon, sono pari a quanto visto negli altri dispositivi come il nuovo Echo, è proprio la resa musicale che rende l’esperienza superiore non solo a quella di qualsiasi altro smart speaker, ma anche ai livelli di speaker prodotti da aziende specializzate nell’audio di alta qualità. Non ci dilungheremo quindi nel ripetere cosa si può fare con un device Echo e cosa si può chiedere ad Alexa, ma ci concentreremo a quelle che sono le peculiarità di Echo Studio.

Abbiamo quindi avviato la riproduzione di una playlist musicale non appena completata la configurazione iniziale di Echo Studio e subito siamo stati avvolti dal sound 3D emesso dal dispositivo, merito del Dolby Atmos che produce un effetto surround tale da dare l’impressione che il suono provenga da tutte le direzioni e non solo dalla posizione dello speaker. Dobbiamo ammettere di essere rimasti veramente impressionati dalla resa audio di Echo Studio, capace realmente di riempire la stanza con bassi profondi e alti nitidi.

Echo Studio

Per capire meglio la resa musicale di Echo Studio, lo abbiamo messo accanto a due fra i migliori e più apprezzati smart speaker presenti attualmente sul mercato: Sonos Move e Bose Home Speaker 500. C’è da dire che entrambi hanno al loro interno solo due altoparlanti – il Sonos un mid-woofer e un tweeter, il Bose due full-range – mentre Echo Studio ne ha cinque, ed infatti il risultato si sente. Echo Studio ha un livello di bassi apparentemente simile a quello del Bose, sebbene la potenza sia nettamente superiore ed in grado di far tremare la stanza quando alziamo il volume al massimo. Ed in termini di chiarezza delle frequenze più alte siamo agli stessi livelli del Sonos, anch’esso come Echo Studio dotato di Dolby Atmos e di autocalibrazione del suono. Amazon è riuscita quindi a realizzare un altoparlante in grado non solo di essere paragonabile ad alcuni dei migliori prodotti presenti sul mercato, ma addirittura di performare meglio in determinate condizioni.

Aggiungiamo che possiamo abbinare due Echo Studio in coppia stereo ed addirittura aggiungere un Echo Sub, e le prestazioni vanno ad aumentare ulteriormente.

A questo punto non possiamo non fare le nostre considerazioni sul prezzo di vendita: Echo Studio costa 200 euro, la metà degli altri due speaker presi in considerazione. Un altro smart speaker dalla qualità indiscussa, Apple Homepod, anch’esso con autocalibrazione del suono e ottima resa audio, non è disponibile in Italia e costa 350 euro nei paesi dove è venduto. Quindi non solo Amazon ha realizzato un device all’altezza dei migliori già presenti sul mercato, ma lo ha posizionato ad un prezzo di vendita dimezzato rispetto alla concorrenza!

Echo Studio ha anche un ingresso mini-ottico, e può quindi ricevere l’audio di un TV o di un impianto di amplificazione compatibile, migliorandone la resa. Parlando di TV, una nuova impostazione presente nell’app Alexa permette di creare un gruppo home theater unendo una Fire TV con Echo Studio (solo, in coppia stereo e/o con Sub, ma funziona anche con uno o due Echo Plus o Echo).

Per creare il gruppo home theater è sufficiente andare nel tab dispositivi, cliccare sul “+” in alto a destra e scegliere l’opzione “configura il sistema audio”. In questo modo tutti i contenuti audio provenienti dalle app di una Fire TV 4K (ma non di una vecchia Basic Edition) saranno veicolati via WiFi ad Echo Studio, che potrà riprodurre una playlist musicale o l’audio di un film con una qualità superiore anche quando si usa un monitor o una TV vecchia e non compatibile con gli standard HD.

Anche in questo caso dobbiamo ammettere di essere rimasti impressionati da come Echo Studio riesca a migliorare l’audio del nostro TV, ricevendo le caratteristiche 3D dei suoni dai contenuti in streaming e riproducendoli direttamente, senza passare dal TV o dalla soundbar che spesso fanno da collo di bottiglia e ne riducono le prestazioni.

In conclusione non possiamo che promuovere a pieni voti il nuovo Amazon Echo Studio, che come abbiamo visto può essere un ottimo speaker sia per l’ascolto della musica in casa che per l’audio della TV usato in combinazione con una Fire TV, e che ci convince già al prezzo di listino – figuriamoci se Amazon decide poi di promuoverlo ulteriormente con le offerte dedicate al Black Friday o al Natale! Echo Studio è sicuramente lo speaker migliore per tutti gli amanti della buona musica che usano Alexa in casa.