QR code per la pagina originale

EufyCam E: videocamera con un anno di autonomia

EufyCam E è una videocamera di sorveglianza senza fili, con batteria in grado di durare fino a un anno e sirena integrata.

Prezzo

€ 400

In offerta su Amazon

€ 499

Giudizi
  • Caratteristiche8,5
  • Design8,5
  • Prestazioni9
  • Qualità prezzo8
Pro

Durata batteria, design, buona visione notturna

Contro

Hub necessario

Di , 8 Maggio 2019

Abbiamo già parlato di Eufy, brand del gruppo Anker dedicato alla smart home, con la recensione del robot per pulizie RoboVac 30c , e oggi parliamo invece delle nuove videocamere di sorveglianza appena lanciate anche nel nostro paese; le EufyCam E sono videocamere a batteria, che quindi non richiedono collegamenti con cavi, in grado di monitorare aree della casa o all’aperto per un anno senza bisogno di ricaricare. Vediamo come si sono comportate nella nostra prova, in cui abbiamo preso in considerazione il pacchetto base costituito da due videocamere e una HomeBase.

Caratteristiche EufyCam E ()

All’interno della confezione di vendita troviamo le due videocamere, la stazione HomeBase con microSD da 16GB preinstallata, due coppie di supporti per il montaggio delle telecamere (magnetici per interni e a vite per esterni), un cavo di rete, un alimentatore per la Homebase,  un cavo microUSB per la ricarica delle videocamere e la manualistica.

Le telecamere hanno una forma irregolare e dimensioni approssimativamente di 8x8x5cm e peso di 365 grammi. All’interno è presente una batteria non removibile agli ioni di litio da ben 13400mAh che, stando a quanto dichiara l’azienda, può durare fino a un anno in utilizzo medio o addirittura 3 anni in stand-by. Essendo certificate anche per lavorare in esterno (IP65), le EufyCam E possono lavorare in un range di temperatura da -20°C a 50°C e anche sotto la pioggia. L’ottica è una Sony Exmor con risoluzione Full HD, apertura f/2.2 e lenti grandangolari da 140°. Non mancano la rilevazione dei movimenti, la visione notturna fino a 8 metri e la comunicazione audio a due vie, ed è presente anche una sirena da ben 100dB che può essere attivata automaticamente quando si tenta di rimuovere la camera dalla sua posizione.

Per comunicare con la rete internet le videocamere Eufy hanno bisogno di un hub, la HomeBase, che a sua volta viene collegata al router tramite cavo di rete Ethernet. La HomeBase comprende anche una porta USB per alimentare altri device o per ricaricare smartphone con la tecnologia Anker PowerIQ, una ulteriore sirena da 100dB che può suonare quando una telecamera viene rimossa dalla sua posizione, ed uno slot microSD compatibile con memory card fino a 128GB per conservare le registrazioni crittografate delle videocamere. Qualora lo si desideri è possibile sottoscrivere un abbonamento cloud per conservare 30 giorni di immagini, oppure impostare un server NAS.

Il tutto viene poi gestito dall’app Eufy Security, disponibile per smartphone Android e iOS, che comunica con la HomeBase e con le videocamere utilizzando un sistema di codifica di livello militare a 256 bit.

Completano le caratteristiche tecniche la compatibilità con Alexa e Google Assistant, per visualizzare le immagini riprese su un dispositivo dotato di schermo, mentre il supporto a IFTTT dovrebbe arrivare con un prossimo aggiornamento software.

Prezzo EufyCam E ()

Il kit di base con HomeBase e due EufyCam E è disponibile su Amazon al prezzo di €399,99;  sempre su Amazon è possibile acquistare una videocamera aggiuntiva al prezzo di €199,99.

Recensione EufyCam E ()

Alcune settimane di utilizzo delle EufyCam E hanno confermato la nostra già ottima valutazione dei prodotti sviluppati da Anker e dai suoi brand.

La prima installazione è semplice ed immediata: dopo aver scaricato l’app Eufy Security sullo smartphone è sufficiente seguire pochi step ed aggiungere prima la HomeBase e poi le videocamere al proprio account. A questo punto è possibile impostare la sensibilità del rilevamento e affinare i vari settaggi, dopodiché il sistema è operativo.

Dall’applicazione è possibile vedere le videocamere associate e aprire lo streaming live con un tocco sul device scelto. Molto buona la qualità delle immagini in Full HD, anche in modalità notturna grazie ai LED infrarossi integrati. Si possono scattare istantanee, registrare video, parlare con eventuali persone vicino alla telecamera e sentire le risposte, ma anche attivare manualmente la sirena come dissuasore per un eventuale intruso.

In condizioni normali le videocamere rimangono in allerta e registrano solo quando viene rilevato un movimento, al fine di prolungare l’autonomia della batteria. Possiamo ricevere una notifica sullo smartphone per controllare immediatamente cosa sta accadendo, e decidere se far partire la sirena in automatico oppure no.

Buona la scelta di inserire una microSD nella HomeBase, così che nel caso la videocamera venga rimossa o danneggiata le registrazioni rimangono al sicuro; e buona la crittografia: estraendo la microSD non è possibile accedere alle immagini registrate. Qualora si volesse una maggiore tranquillità è comunque possibile sottoscrivere un abbonamento cloud e conservare 30 giorni di registrazioni, con un costo che parte da meno di 3 Euro al mese per una singola videocamera o da meno di 10 Euro al mese per un sistema fino a 10 videocamere.

Abbiamo molto apprezzato anche l’integrazione con Alexa: una volta impostata la skill Eufy Security basta chiedere di visualizzare le immagini di una telecamera per vederle sul display di un Echo Show o di un Echo Spot. Presente anche l’integrazione con il Google Assistant, ma purtroppo in Italia non abbiamo ancora Home Hub e quindi non abbiamo potuto effettuare il test. Assente invece al momento il supporto a IFTTT, ma l’azienda ci sta lavorando e dovrebbe arrivare con un prossimo aggiornamento software.

In conclusione possiamo dire che Anker ha nuovamente colto nel segno, rilasciando un sistema di videosorveglianza dalle ottime caratteristiche e dalle prestazioni decisamente soddisfacenti, proposto ad un prezzo non propriamente basso ma sicuramente adeguato alla qualità del prodotto.