QR code per la pagina originale

Google Home Mini

Google Home Mini è l'altoparlante intelligente con comandi vocali, basato sull'Assistente Google, dalle dimensioni compatte e numerose funzionalità.

Di , 22 marzo 2018

Ricevere risposte rapide, riprodurre brani musicali, affrontare la giornata, godersi i contenuti di intrattenimento e controllare la smart home semplicemente con la propria voce: è quanto possibile con Google Home Mini, una versione più piccola e più economica dello smart speaker Google Home da adesso disponibile anche in Italia. Numerose le funzionalità offerte per le attività quotidiane, con l’Assistente Google pronto a diventare un compagno sempre pronto a dare una mano.

Prezzo ()

Il prezzo di Google Home Mini è fissato a 59 euro IVA inclusa.

Uscita ()

L’uscita del Google Home Mini in Italia è prevista a partire dal 27 marzo su Google Store online e presso tutti i rivenditori autorizzati, tra cui Unieuro, Mediaworld, Euronics, e dal 3 aprile presso i negozi Wind e 3.

Google Home Mini: cos’è ()

Google Home Mini è un altoparlante intelligente con comandi vocali creato e sviluppato dal colosso statunitense che affianca gli altri speaker della medesima gamma, Google Home e Google Home Max. Alimentato dall’Assistente Google, consente di porre domande a Google con la propria voce e ottenere risposte personalizzate, gestire le attività quotidiane e controllare facilmente i dispositivi compatibili per la smart home. Oltre a fornire assistenza e informazioni su tempo, notizie, sport e altro, permette anche di riprodurre musica e ascoltare podcast, notizie e radio, attraverso gli altoparlanti integrati.

Grazie alla grande portabilità e alle dimensioni contenute che lo caratterizzano, si ha così un assistente virtuale da portare in ogni stanza, con un ampio elenco di funzionalità e a un prezzo basso.

Come funziona ()

Dato che gli unici controlli fisici riguardano la regolazione del volume, si deve fare affidamento sulla voce per interagire con Google Home Mini: si attiva infatti pronunciando ad alta voce la frase “OK Google” seguita dal comando desiderato. Ad esempio, ponendo la domanda “OK Google, avrò bisogno di un ombrello oggi?” si riceveranno tutte le informazioni sulle previsioni meteo; con “OK Google, svegliamo alle 7 di domani mattina” si imposterà una sveglia; con “OK Google, riproduci Hands Clean di Alanis Morissette” sarà possibile ascoltare rapidamente la canzone scelta. Questi sono solo alcuni degli esempi delle funzionalità consentite dall’altoparlante intelligente, ma in ogni caso il suo funzionamento è estremamente semplice e alla portata di ogni utente.

Essendo basato sull’Assistente Google, Home Mini non può funzionare se non connesso a Internet tramite la rete Wi-Fi di casa. Per controllare alcuni dispositivi e funzioni in casa è necessario un dispositivo intelligente compatibile: ad esempio, per domandare “Riproduci Stranger Things sulla mia TV” e visualizzarlo occorre disporre di un Chromecast, mentre per controllare dispositivi come luci e termostati sono necessari luci e termostati intelligenti collegati a Google Home Mini. Per controllare dispositivi come macchine da caffè, baby monitor e ventilatori di casa smart sono necessari interruttori e/o prese intelligenti compatibili.

Design ()

Il design del Google Home Mini è molto piacevole alla vista: esteticamente sembra un macaron (il noto pasticcino francese) dalle dimensioni di un palmo della mano, dunque ha un corpo decisamente più compatto rispetto all’originale Google Home.

Caratterizzato da una base gommata utile a impedire movimenti involontari del prodotto e pertanto a prevenire possibili cadute, lo smart speaker ha una parte posteriore ricoperta di un gradevole rivestimento in tessuto, sotto al quale sono presenti quattro LED che indicano lo stato del volume e l’esecuzione delle azioni da parte dell’Assistente Google. Sul lato, realizzato in materiale plastico, vi è una opzione per variare il volume della voce e della musica riprodotta.

Privo di batteria, come Amazon Echo Dot, Home Mini è dotato di una porta micro-USB sul retro, che fornisce la necessaria alimentazione.

Funzionalità ()

Google Home Mini può eseguire il 100% delle operazioni proposte dall’originale Google Home e in tal senso le funzionalità proposte sono moltissime, come riassunto qui di seguito.

Ricevere risposte alle domande

Google Home Mini consente di ricevere risposte alle domande quotidiane su fatti e informazioni, esattamente come si pone una query sul noto motore di ricerca, ma con la voce; di chiedere risultati sportivi, aggiornamenti in diretta o data, ora e luogo della prossima partita; di trovare le traduzioni di parole o frasi nelle lingue supportate; di controllare le definizioni o l’ortografia corretta delle parole, fornendo dunque una funzione di dizionario; di scoprire i valori nutrizionali di ingredienti o alimenti; di chiedere informazioni in ambito finanziario come le attuali quotazioni in Borsa o i punti di un indice (come il NASDAQ); di eseguire calcoli anche complicati, come una autentica calcolatrice da comandare con la voce, e di calcolare conversioni di unità di misura.

Semplificare le attività quotidiane

Google mette a vostra disposizione le informazioni più utili in base a ogni utente, come ad esempio quelle relative al prossimo viaggio, agli impegni, al traffico lungo il tragitto per andare al lavoro e tanto altro ancora. Grazie alla funzione Voice Match, tutti i possessori di un Google Home Mini possono accedere ai propri impegni della giornata, riepiloghi giornalieri, playlist e molto altro usando soltanto i comandi vocali.

Ad esempio, è possibile ricevere un riepilogo personalizzato della giornata che si andrà a trascorrere, che include meteo, eventi di calendario, il tragitto giornaliero, i promemoria impostati e le ultime notizie; oltre a impostazione di un timer e della sveglia, è poi disponibile una comoda funzione di lista della spesa per aggiungere o controllare alimenti e bevande da acquistare.

Controllo e riproduzione in streaming

Google Home Mini consente di controllare e riprodurre contenuti in streaming su una qualsiasi TV, da servizi come Netflix, che abbia però un Chromecast connesso. In tal modo è possibile ad esempio chiedere con la voce “OK Google, riproduci Black Mirror su Netflix” e lo smart speaker andrà a eseguire l’azione.

Controllo della smart home

Disponendo di prese e interruttori intelligenti compatibili con il dispositivo, è possibile utilizzare Google Home Mini per accendere, spegnere e regolare le luci utilizzando la voce, e di accendere e spegnere i dispositivi compatibili di tutta la smart home. Ad esempio si può riprodurre e controllare gli altoparlanti con un Chromecast integrato o collegato, o per trasmettere contenuti (come su Netflix o YouTube) tramite comandi vocali a qualsiasi TV con Chromecast.

Musica, notizie, radio e divertimento

Google Home Mini consente di ascoltare i brani musicali di servizi noti come ad esempio Spotify, di ricevere le ultime notizie e di riprodurre le stazioni radio. Non mancano poi dei simpatici giochi da fare con l’Assistente Google e funzioni pensate per il divertimento di ogni utente.

Informazioni personalizzate e telefonate a mani libere

Google Home Mini dispone inoltre di funzionalità come Voice Match che permette al dispositivo di distinguere la voce degli utenti, fornendo a ognuno di loro informazioni personalizzate, e come Hands-Free Calling, per gestire le telefonate con la voce, senza dover toccare lo smartphone, da qualunque punto della stanza.

Installazione e compatibilità ()

L’installazione del Google Home Mini è automatica, infatti basta connettere il cavo a una presa e avviare il dispositivo. Per quanto riguarda la compatibilità, lo smart speaker è compatibile con gli Android TV, con il Chromecast e con numerosi dispositivi legati all’ambito smart home (oltre 1000 unità) tra cui, ovviamente, quelli proposti dal catalogo Nest. Per controllare luci e interruttori di sistemi di automazione domestica occorrono sistemi compatibili come Philips Hue, TP Link, D Link, LIFX, Wemo, a cui presto si aggiungeranno quelli di altri partner.

Al momento del lancio sarà possibile trasmettere contenuti da YouTube e Netflix, a cui in seguito si aggiungeranno altri fornitori di contenuti.