QR code per la pagina originale

OnePlus 8: potente e compatto

Il nuovo smartphone 5G di OnePlus con CPU Snapdragon 865, display fluido da 6,55”, tripla fotocamera e spessore di soli 8mm.

Prezzo

€ 720

Giudizi
  • Caratteristiche9
  • Design9,2
  • Prestazioni9,2
  • Qualità prezzo8,5
Pro

Design, maneggevolezza, display

Contro

Assenza teleobiettivo

Di , 14 Aprile 2020

Negli ultimi anni OnePlus è riuscita a portare sul mercato smartphone di livello sempre superiore, e se nel 2019 i modelli 7 Pro e 7T Pro sono stati fra i migliori terminali dell’anno, la nuova serie OnePlus 8 si prepara a bissare il successo dei predecessori. Quest’anno la differenza fra il modello base ed il Pro è più ampia di quanto accaduto in passato, ma entrambi mantengono le caratteristiche di un flagship. Vediamo oggi come abbiamo trovato il primo dei due modellli presentati oggi: OnePlus 8.

Confezione e Design ()

La confezione di vendita è la consueta a cui ci ha abituato OnePlus e contiene lo smartphone, un caricabatteria Warp 30T da 30W, un cavo USB-C, una cover in silicone trasparente, una pellicola preapplicata sul display, lo strumento estrattore della SIM e i manuali.

Lo smartphone ha dimensioni di 160,2×72,9x8mm e peso di 180 grammi, rendendo OnePlus 8 il flagship più sottile del 2020 ed il più compatto alla pari del Huawei P40 Pro. Il display Fluid AMOLED da 6,55” ha risoluzione Full HD+ e refresh a 90Hz, rapporto 20:9, gamut DCI-P3 e accuratezza dei colori superiore, HDR10+ e protezione in Gorilla Glass. I bordi del display hanno una leggera curvatura, che non dà fastidio nemmeno agli amanti dei display flat, al suo interno sono comprese la front-camera all’interno di un foro dalle dimensioni ridotte (solo 3,8mm) e il sensore ottico d’impronta, e la capsula auricolare è posizionata sullo spigolo superiore.

Il retro è anch’esso ricoperto in vetro, con una finitura lucida per le colorazioni Onyx Black e Interstellar Glow o opaca per il colore Glacial Green; troviamo la tripla fotocamera in posizione centrale e in leggera sporgenza, con flash dual LED e i nuovi loghi dell’azienda. Ai lati troviamo invece un microfono per la cancellazione dei rumori in alto; il tasto di accensione e l’interruttore per silenziare il terminale a destra; il bilanciere del volume a sinistra; la porta USB-C 3.1, il microfono principale, la griglia altoparlante e lo slot per le due nano SIM in basso.

Scheda tecnica ()

Per i suoi smartphone OnePlus ha sempre scelto i migliori processori sul mercato, e anche quest’anno la piattaforma prescelta è stata la Qualcomm Snapdragon 865 5G con modem X55 e grafica Adreno 650. Sono disponibili due versioni di memoria: 8GB o 12GB di RAM LPDDR4X e 128GB o 256GB di memoria UFS 3.0, non espandibili.

La tripla fotocamera posteriore è composta da un sensore principale Sony IMX586 da 48MP (apertura f/1.75, pixel da 0,8µm e pixel binning 4-in-1, doppia stabilizzazione OIS+EIS e doppio autofocus PDAF+CAF), un ultra-grandangolo da 16MP (apertura f/2.2, visione di 116°) ed una macro camera da 2MP (apertura f/2.4 e pixel da 1,75µm). I video sono supportati fino a 4K@60fps.

La selfie camera è una Sony IMX471 da 16MP con apertura f/2.0, pixel da 1µm, fuoco fisso e stabilizzazione elettronica, supporta il face-unlock e la registrazione video fino a 1080p@30fps.

Abbiamo poi le connettività WiFi 6 dual-band, Bluetooth 5.1, NFC, GPS dual-band più Glonass/Galileo/BeiDou, supporto alle reti mobili 2G, 3G, 4G con LTE Cat.18 (download fino a 1,2Gbps), 5G sub-6 SA/NSA comprese le due bande NSA n28 e n78 supportate in Italia. Non mancano poi tutti i sensori: luminosità, di prossimità, accelerometro, giroscopio e magnetometro. L’audio è stereo e con Dolby Atmos.

La batteria da 4300mAh supporta la ricarica rapida Warp Charge 30T a 30W ed è in grado di ricaricarsi da zero al 50% in soli 22 minuti.

Il software è sempre OxygenOS 10, basato su Android 10, che rispetto alla versione presente nella serie OnePlus 7T porta un aggiornamento della Dark Mode 2.0 con supporto a più applicazioni e nuovi sfondi dinamici, ma anche la pagina Google Discovery scorrendo a sinistra dalla homepage principale.

Prezzo ()

OnePlus 8 è disponibile in preordine da oggi e in vendita dal 21 aprile; nella versione 8+128GB, nelle colorazioni Onyx Black e Glacial Green, al prezzo consigliato di €719; e nella versione 12+256GB, nelle colorazioni Glacial Green e Interstellar Glow, al prezzo consigliato di €819 per la versione. I canali di vendita per l’Italia sono Amazon e il sito OnePlus.

Inoltre, solo per la giornata di lancio del 14 aprile, i membri della OnePlus Community potranno essere tra i primi ad acquistare i nuovi OnePlus 8 e OnePlus 8 Pro sul sito del produttore, e potrebbero aggiudicarsi uno degli esclusivi pop-up box in quantità limitata e con accessori in omaggio.

Recensione ()

E finalmente siamo arrivati alla nuova generazione di smartphone OnePlus, che si confermano fra i più attesi ogni primavera. E nell’attesa della versione Pro abbiamo provato il modello base.

Il design riprende quello dei modelli 7 e 7 Pro, abbandonando subito la configurazione circolare del modulo fotografico posteriore di 7T, ma dimensioni e peso sono più contenuti pur essendo invece aumentato il polliciaggio del display. Il risultato è un terminale ben maneggevole che sarà sicuramente apprezzato dagli utenti in cerca di un device compatto. Molto bello poi il back opaco della versione Glacial Green che abbiamo avuto in test, gradevole al tatto e immune alle impronte digitali.

Il display di OnePlus 8 è un OLED HDR10+ a 90Hz, e riflette le caratteristiche e le qualità dell’ottimo display visto con i modelli 7 Pro e 7T Pro. Fra le novità un display ambient migliorato, con visualizzazione delle notifiche di tutte le apps in aggiunta alle Horizon Light che illuminano i bordi del device all’arrivo delle notifiche. Abbinato poi all’audio stereo arricchito dal Dolby Atmos, il terminale diventa un ottimo strumento per la visione di film in streaming o per l’ascolto di musica.

Sempre validi gli sblocchi biometrici: sia che si scelga l’impronta digitale, sia che si preferisca il face-unlock, il terminale si riavvia rapidamente e in tutta sicurezza. E sempre ottime le prestazioni, con un processore che ormai abbiamo imparato a conoscere e che si conferma il chipset al top per questa prima parte dell’anno. Sistema fluido anche durante giochi e multitasking, temperatura sotto controllo grazie al sistema di raffreddamento, utilizzo della RAM ottimizzato rispetto a quanto accadeva con le versioni precedenti della OxygenOS.

E buona l’autonomia, che ci permette di arrivare a fine giornata senza problemi anche con un utilizzo intenso del terminale, e che quando necessario si ricarica in tempi rapidi grazie alla Warp da 30 Watt, ovvero la stessa che già avevamo trovato sulla serie 7T.

Passiamo ad esaminare la resa fotografica. Due dei tre sensori che compongono il modulo principale di OnePlus 8 sono gli stessi già visti sulla serie 7T, quindi possiamo dire di sapere già tutto sia sulle foto scattate con il principale che con l’ultra-grandangolare; anche qui abbiamo quindi l’ottima Nightscape, la Ultrashot e le altre tecnologie che già abbiamo conosciuto e apprezzato in passato. Peccato che OnePlus abbia deciso di non includere il teleobiettivo in questo nuovo modello, sostituendolo invece con una lente dedicata ai macro e facendo, a nostro giudizio, un passetto indietro. Restano comunque molto buone le foto scattate con questo smartphone, come anche i video e i selfie – anch’essi facenti uso dello stesso sensore della serie precedente.

Notiamo poi l’assenza della ricarica wireless e della certificazione IP di impermeabilità, entrambe presenti in OnePlus 8 Pro.

In conclusione OnePlus 8 è un ottimo prodotto e ci è piaciuto molto, sebbene sia sostanzialmente una reiterazione del 7T con processore aggiornato e poco altro. Abbiamo apprezzato le dimensioni compatte rispetto agli altri flagship dell’anno, e non possiamo che ripetere quanto siano ottimizzate le prestazioni. Peccato per la perdita del teleobiettivo nella fotocamera posteriore, e per il prezzo più alto delle aspettative.