QR code per la pagina originale

Panasonic GZ1500: buona esperienza cinematografica

Panasonic GZ1500 è un TV OLED 4K Ultra HD da 55”, con HDR10+ e Dolby Vision più Dolby Atmos.

A partire da

€ 2.199

Giudizi
  • Caratteristiche9
  • Design9
  • Prestazioni8,7
  • Qualità prezzo8
Pro

Design, qualità video, ampio supporto alle tecnologie dinamiche video e audio

Contro

Blade Speaker non all’altezza delle aspettative, disponibilità apps limitata, telecomando

Di , 15 Novembre 2019

Negli ultimi anni i TV con pannelli di tecnologia OLED stanno raggiungendo una diffusione maggiore, grazie soprattutto all’abbassamento dei prezzi che ne rendono l’acquisto accessibile ad un pubblico sempre più ampio. Fra i produttori che hanno adottato questa tecnologia spicca sicuramente Panasonic, azienda che ha sempre puntato molto sia sulla qualità delle immagini dei suoi TV che del comparto audio, grazie anche alla sussidiaria Technics. Abbiamo provato il TV GZ1500 nella versione da 55” di diagonale, e di seguito le nostre considerazioni.

Caratteristiche ()

Il design del panasonic GZ1500 è molto semplice ed essenziale, e allo stesso tempo elegante. Con bordi sottili e solo una striscia al di sotto del display a contenere gli speaker stereo, le dimensioni del TV sono di 122,8×78,3x31cm (con base) mentre lo spessore del corpo principale è di 6,2cm nella parte più spessa, per un peso piuttosto elevato e pari a 29Kg con base o 22,5Kg senza di essa.

La risoluzione del pannello è di 3840×2160 pixel, ovvero 4K Ultra HD con tecnologia OLED addizionata di un filtro per il nero assoluto in grado di aumentare ulteriormente il contrasto e rendere i neri ancora più profondi. Sul fronte delle immagini troviamo il supporto multiplo alle tecnologie dinamiche ed in particolare a Dolby Vision, HDR10, HDR10+ e HLG. Abbiamo inoltre la certificazione THX a garanzia dell’ottima qualità della riproduzione audiovisiva.

L’audio è emesso dalla Blade Speaker, una sorta di soundbar integrata e composta da due altoparlanti mid-range da 15W e due tweeter da 10W per una potenza complessiva di 50 Watt, e con Dolby Atmos e Cinema Surround Pro.

Il cuore del televisore è il processore HCX Pro Intelligent, sviluppato da Panasonic e ottimizzato da un colorista di Hollywood al fine di rendere i colori il più realistici possibili

Le connettività presenti sul pannello posteriore includono ben quattro porte HDMI 2.1 di cui una HDMI ARC, una porta USB 3.0 più due USB 2.0, un’uscita ottica digitale, due slot CI+ per CAM card V1.4, una porta Ethernet, un ingresso composite di tipo fono RCA ed un’uscita cuffia commutabile a subwoofer. Presenti poi i connettori per le antenne della TV digitake DVB-T2 e satellitare DVB-S2 con due prese per sintonizzatore doppio. Non mancano poi WiFi dual band e il Bluetooth, utile se si vogliono usare diffusori esterni o cuffie senza fili grazie alla tecnologia Bluetooth Audio Link di Panasonic.

Il TV è inoltre certificato tivùsat, è compatibile con il sistema HbbTV e con il controllo vocale con Alexa e l’Assistente Google tramite smart speaker esterno.

Il sistema operativo della Smart TV è my Home Screen 4.0, con tutte le principali applicazioni preinstallate, un browser internet, e un AppsMarket dove trovarne altre.

Design piuttosto vecchio invece per il telecomando, che oltre ad essere in plastica ha una disposizione dei tasti un po’ confusionaria e non propriamente adatta alle necessità più moderne.

Disponibilità e prezzo ()

Il Panasonic GZ1500 è disponibile presso i principali negozi di elettronica al prezzo consigliato di €2199,99 nella versione da 55 pollici che abbiamo provato, e di €3199,99 per la versione da 65 pollici.

Recensione ()

Stiamo usando il TV Panasonic GZ1500 da circa un mese e le impressioni sono in generale molto positive. Il pannello è veramente sottile e l’ampia base lo mantiene stabile sul mobile in salone, ed è ideale anche per tenere ferma la soundbar esterna che abbiamo collegato.

Peccato per le plastiche posteriori che danno l’impressione di essere un po’ troppo fragili, ma una volta sistemato il TV sul mobile, o ancora meglio se si sceglie di fissarlo a parete, non si vedranno né dovranno maneggiare se non occasionalmente per raggiungere le porte HDMI.

Porte HDMI che, come le USB e RGB, sono rivolte verso la parte posteriore, quindi se si decide di appendere il TV a parete si dovrà considerare una distanza sufficiente per lasciare spazio di manovra non solo a cavi ma soprattutto a dispositivi tipo Fire TV e Chromecast che possono sporgere di molto dal filo del televisore. Da notare poi che se si decide di usare le porte di comunicazione non sarà possibile chiudere lo sportello posteriore.

La configurazione iniziale è molto semplice e rapida: basta seguire tutti i passi a schermo per impostare il paese, la rete WiFi per il collegamento delle funzioni smart, la ricerca dei canali e in pochi minuti il TV è pronto all’uso.

Ottime le immagini, e non poteva essere altrimenti con un TV OLED di Panasonic. I neri sono molto profondi ed i colori ben vividi, anche grazie al contrasto elevato e alle tecnologie Dolby Vision e HDR10+, segno che l’azienda è riuscita a sfruttare bene le qualità del pannello che, sappiamo, è praticamente lo stesso per la maggior parte dei TV di questa misura. Nelle impostazioni è possibile scegliere fra diverse configurazioni video, ma abbiamo tenuto quasi sempre la modalità dinamica, in grado di adattarsi al contenuto che si guarda. Presente anche una specifica modalità Netflix, calibrata da Panasonic insieme al colosso dello streaming video, per poter vedere al meglio film e serie.

L’audio proveniente dal Blade Speaker, con altoparlanti front-firing posizionati sotto allo schermo, è di qualità discreta ma non sembra entri in gioco il Dolby Atmos, motivo per cui abbiamo preferito collegare la nostra soundbar per arricchire il sound dei programmi TV, dei film e delle app musicali, ottenendo un risultato decisamente superiore.

Parlando di apps, passiamo ad esaminare l’interfaccia Smart TV con il sistema operativo proprietario di Panasonic. Fra le apps preinstallate troviamo Netflix, Amazon Prime Video, YouTube, RaiPlay, DAZN, TuneIn, ma anche Deezer, Infinity, RakutenTV, Chili, Plex e altro. Curiosamente, trattandosi di un TV del 2019, troviamo Premium Play e Premium Online, che ormai non funzionano più da tempo, mentre è assente la nuova Mediaset Play. Aprendo AppsMarket invece non c’è molta scelta, e mancano applicazioni del calibro di Spotify o di Now TV / Sky Go. Per le applicazioni presenti la gestione è piuttosto semplice, con accessi diretto dal tasto Apps sul telecomando o da un tasto Home personalizzabile con i bookmark alle applicazioni preferite. Sempre dal telecomando è anche possibile avviare direttamente Netflix con un tasto dedicato.

Grazie al supporto al protocollo HbbTV è anche possibile avviare RaiPlay mentre si è sintonizzati su un qualsiasi canale della TV di stato con la pressione del tasto blu, mentre la stessa operazione non funziona per i canali Mediaset.

Disponibile la compatibilità con smart speaker sia del mondo Google che Amazon, ma la procedura per configurarli è molto lunga e macchinosa, oltre a richiedere la creazione di un account Panasonic ed un Google Home o un Amazon Echo esterni non essendo dotati di microfono né la TV, né il telecomando.

In conclusione possiamo dire che il Panasonic GZ1500 è un ottimo TV, in grado di offrire delle immagini di altissima qualità ed un audio sicuramente migliorabile attraverso l’uso di una soundbar esterna con Dolby Atmos. Il prezzo di listino è un po’ alto, ma fortunatamente si riesce a trovare con diverse promozioni.