QR code per la pagina originale

Panasonic HC-V720: compatta e dotata

Panasonic HC-V720 è una videocamera Full HD di gamma media, dotata di zoom 50x, Wi-Fi, NFC e stabilizzatore ottico d'immagine.

Prezzo

€ 550

Giudizi
  • Caratteristiche8,5
  • Dotazione8
  • Prestazioni8
  • Qualità prezzo7,5
Pro

Intelligent Zoom 50x, stabilizzatore efficace, slitta per microfono aggiuntiva, Wi-Fi

Contro

Qualità video migliorabile, pochi controlli esterni, formati video limitati

Di , 14 Maggio 2013

Tecnicamente preparata

La nuova HC-V720 di Panasonic è una videocamera Full HD di fascia media con una interessante dotazione di caratteristiche, indirizzata al pubblico dei videoamatori in cerca di uno strumento abbastanza versatile, ma dalle dimensioni contenute e dal prezzo non eccessivo.

Questa camcorder offre, infatti, una scheda tecnica di tutto rispetto, che parte dall’obiettivo grandangolare 28 mm con zoom ottico 21x e Intelligent zoom 50x, proseguendo con l’inclusione di uno stabilizzatore ottico d’immagine, Wi-Fi, NFC e orizzonte elettronico.

Il sensore della Panasonic HC-V720 è un CMOS singolo da 1/2,3 pollici in grado di catturare filmati fino a 1080p e 50 fps e immagini statiche fino a un massimo di 9,5 megapixel (attraverso un processo di interpolazione), mentre sul fronte audio abbiamo la possibilità di registrare addirittura in formato surround 5.1, oltre al classico stereo a 2 canali.

Galleria di immagini: Panasonic HC-V720, le foto

Costruzione e comandi

A livello di realizzazione estetica e materiali, la Panasonic HC-V720 risulta ben costruita, sufficientemente solida e piacevole di impugnare anche grazie a una notevole leggerezza.

L’ergonomia è buona e tutti i comandi sono a portata di mano, ma da questo punto di vista va sottolineato che i tasti fisici sulla scocca esterna non abbondano: al di là del tasto di ripresa, del selettore dello zoom e di pochi pulsanti collegati a funzioni base (stabilizzatore, Wi-Fi e impostazione della modalità IA automatica), più o meno tutte le funzioni più avanzate sono accessibili solo ed esclusivamente attraverso il touch screen.

Lo schermo è sufficientemente ampio e visibile, ma la navigazione dei menu è a volte ostacolata da dimensioni dei controlli troppo piccole (specialmente per chi ha le mani grandi) e, nel complesso, la facilità e la velocità di impostazione dei comandi non ne beneficia. In uno strumento di questa fascia, ci farebbe piacere vedere una maggiore dotazione di comandi fisici immediatamente accessibili.

Panasonic HC-V720

Ottima, invece, è la dotazione di una slitta esterna, che va ad agganciarsi sul retro della Panasonic HC-V720 quando necessario, a cui è possibile fissare un microfono direzionale (da collegare all’ingresso mic-in) o anche un illuminatore: sono entrambe soluzioni che possono garantire un livello di controllo maggiore sulla propria illuminazione o sul fronte audio.

È comunque presente una luce frontale integrata, per i casi di necessità, mentre manca un’uscita cuffie, che avrebbe consentito di controllare in modo più accurato i livelli audio durante la registrazione. Peccato.

Il lato connessioni di questa V720 è esaltato dalla presenza dei già menzionati moduli Wi-Fi e NFC incorporati. Il primo consentirà operazioni come lo streaming in tempo reale di filmati tramite piattaforma Ustream, oppure il collegamendo di dispositivi come tablet e smartphone, per avere accesso a funzioni di controllo remoto e condivisione istantanea. Il secondo aiuterà a rendere più rapide le operazioni di sincronizzazione dei dispositivi, altrimenti abbastanza tediose e contorte.

Prestazioni e qualità d’immagine

Per quanto riguarda le prestazioni, va sottolineata una certa limitazione per quanto riguarda le risoluzioni video che la V720 è in grado di gestire: le opzioni disponibili sono, infatti, soltanto 1080/50p, 1080/50i e una modalità iFrame, che corrisponde alla risoluzione 960×540 e 25 fps. È dunque assente la possibilità di registrare a risoluzione 720p, utile magari per contenere le dimensioni dei file pur mantenendo un profilo HD, e anche i frame rate disponibili sono piuttosto limitati.

Il bitrate massimo ottenibile è di 28 MB/s, con diversi formati inferiori selezionabili, il che significa che, alla massima qualità, i file saranno piuttosto ingombranti e tenderanno a divorare rapidamente anche le schede di memoria più spaziose: 32 GB di spazio garantiranno circa 150 minuti di registrazione. Per fortuna la compatibilità è estesa alle schede SDHC e SDXC.

Sul fronte della qualità di registrazione vera e propria, la Panasonic HC-V720 offre buone prestazioni, con una discreta resa dei colori e un bilanciamento bianco automatico generalmente preciso (anche se non impeccabile). Anche il livello di dettaglio è buono, ma non eccezionale: la nitidezza delle immagini registrate risulta sempre lievemente smerigliata, e non soltanto quando viene attivato lo zoom digitale intelligente, che, anzi, fino alla moltiplicazione di 50x svolge un ottimo lavoro, comportando una degradazione dell’immagine nulla o quasi. Ovviamente, peggiori saranno le condizioni di illuminazione e maggiormente l’immagine sarà degradata dall’insorgere del rumore digitale, che comunque è ben contenuto in situazioni di luce diurna.

Per quanto riguarda le immagini statiche, la qualità degli scatti effettuati da questa videocamera è mediocre e non può competere nemmeno con una compatta di fascia bassa: consigliamo questa funzione solo nei casi di assoluta necessità.

Per quanto riguarda la reattività dei comandi e la velocità delle operazioni di ripresa varie, la HC-V720 si rivela di qualità sicuramente adeguata. Il meccanismo di zoom è molto rapido, fluido e del tutto silenzioso e la sua accelerazione è ben controllabile attraverso i livelli di pressione imposti al selettore dedicato.

Panasonic HC-V720

La modalità manuale, sebbene presente, è seppellita nei menu del touchscreen, attraverso il quale vanno realizzate anche le operazioni di messa a fuoco e controllo di shutter e diaframma, il che rende il loro impiego decisamente scomodo e poco immediato. Per chi volesse, invece, sbizzarrirsi attraverso l’utilizzo delle modalità creative, sono presenti funzioni automatiche come effetto miniatura, effetto Silent Movie (per emulare i film muti anni ’20, con tanto di deterioramento dell’immagine) e anche una gradevole funzione Time Lapse.

Le prestazioni dello stabilizzatore ottico sono eccellenti e consentono di effettuare riprese prive di tremolii anche in situazioni abbastanza movimentate e con focali lunghe. Anche l’audio registrato dai microfoni incorporati è di buona qualità, pur essendo soggetto ai difetti tipici del caso (non ultimo, la sensibilità al vento); i videoamatori più esigenti potranno, comunque, approfittare del jack per il collegamento di microfoni esterni.

Verdetto

La Panasonic HC-V720 è una videocamera interessante, che offre una scheda tecnica competitiva e una certa profondità di controllo, indirizzata a soddisfare i videoamatori mediamente avanzati.

Il prezzo ufficiale è piuttosto ingombrante e non riflette completamente la qualità della registrazione video, dalla quale ci si poteva forse aspettare qualcosa di più in fatto di nitidezza e incisività delle immagini.

La presenza di un jack per i microfoni esterni e di una slitta per collegare questi ultimi o una soluzione di illuminazione diversa da quella integrata sono, d’altronde, dotazioni interessanti, così come la presenza di Wi-Fi e NFC, che possono contribuire a motivare la spesa per chi cerca una videocamera compatta ma dotata di una certa versatilità e capacità di connessione. Qualora faceste parte di questa tipologia di utenti, la Panasonic HC-V720 è una videocamera sicuramente consigliata.