QR code per la pagina originale

Samsung WB250F: compatta superzoom

Samsung WB250F è una compatta che offre un potente zoom 18x, la connettività Wi-Fi e uno schermo touch a un prezzo incredibilmente basso.

Prezzo

€ 199

Giudizi
  • Caratteristiche7,5
  • Dotazione8
  • Prestazioni7,5
  • Qualità prezzo9
Pro

Zoom 18x, schermo touch, prezzo conveniente, Wi-Fi integrato, riprese video di qualità

Contro

Nitidezza scarsa alle lunghe focali e agli alti ISO

Di , 9 Settembre 2013

Convincente

La WB250F è una delle prime fotocamere Samsung a convincere in pieno. Infatti, il produttore coreano da tempo è attivo in questo settore, ma finora sembrava non avesse ancora trovato la strada giusta per emergere.

Per prima cosa, il design è diventato finalmente un tratto distintivo, molto pulito e senza fronzoli, con un interessante mix tra stile moderno e retro, tra linee curve e bordi affilati. Questa Samsung WB250F ricorda molto la linea di mirrorless NX di casa Samsung, di cui sembra una proposta in scala ridotta per dimensioni e funzionalità.

Samsung è riuscita a inserire caratteristiche di alto livello – Wi-Fi integrato, schermo touch, zoom 18x, controlli manuali – in un pacchetto compatto, dalla qualità costruttiva più che discreta e dal prezzo realmente allettante.

Caratteristiche

Gli elementi distintivi della Samsung WB250F sono il sensore CMOS BSI da 14,2 megapixel e l’obiettivo zoom 18x con focale equivalente 24-432 millimetri. Il range è veramente esteso per la fascia di prezzo cui appartiene la piccola ma prestante fotocamera Samsung, rendendola adatta a scattare nella quasi totalità delle situazioni, grazie anche alla buona luminosità: l’apertura massima è di f:3,2 con il grandangolo e passa a un apprezzabile valore di f:5,8 quando è tutto esteso.

Galleria di immagini: Samsung WB250F, le foto

Ovviamente è stato necessario fare alcuni compromessi: la massima sensibilità ISO è di 3.200, anche se il rumore compare molto prima; il tempo di posa più lungo è rispettivamente 1,16 secondi quando si scatta in Program e Manuale; alle focali più lunghe, la nitidezza ai bordi dell’immagine cala drasticamente; la compensazione dell’esposizione è di due stop, con intervalli di 1/3 EV, in entrambe le direzioni.

Ciò non toglie che la Samsung WB250F permetta di sfogare la propria creatività, grazie anche alla possibilità di scattare in manuale o sfruttando le priorità di apertura e tempi.

Controlli

Ciò avviene grazie alla ghiera inserita sul lato destro superiore, una soluzione inaspettata. Infatti, i principali competitor in questa fascia di prezzo o trascurano le modalità di scatto PASM oppure le implementano completamente via software.

L’approccio Samsung è misto: le modalità ASM (le due priorità e il manuale) sono accessibili da un’unica posizione del selettore, quindi abbiamo bisogno comunque di scegliere quella desiderata da un menu a schermo. Chi vuole invece affidarsi completamente alla fotocamera e pensare solo a puntare e scattare, può fare affidamento alle numerose scene disponibili nel menu dedicato Smart, da sempre uno dei punti di forza di Samsung.

Per fortuna, la Samsung WB250F è facile e intuitiva da usare, non solo grazie al buon lavoro svolto sui menu a schermo, ma anche e soprattutto al controllo misto con tasti fisici – con l’accesso a tutte le funzioni fondamentali – e schermo touch. Quest’ultimo ha diagonale di 3” e risoluzione di 460.000 punti e si basa sulla tecnologia TFT. È equilibrato per fedeltà dei colori, nitidezza e luminosità, oltre a mostrare una buona sensibilità e precisione al tocco.

Dulcis in fundo, il Wi-Fi integrato, accessibile facilmente dal menu software, permette di condividere immediatamente le immagini, eseguirne il backup sul computer, o semplicemente controllare la fotocamera dall’app Samsung scaricabile su smartphone o tablet Android/iOS.

Qualità

Samsung WB250F

Anche la qualità degli scatti è sorprendente, sebbene con alcune luci e ombre. La Samsung WB250F scatta solo in formato JPEG, e non potrebbe essere altrimenti in questa fascia di prezzo. Il motore di elaborazione interno regala una buona reattività operativa insieme a immagini naturali, con colori fedeli e sfumature morbide.

Il sistema autofocus lavora decisamente bene, soprattutto in condizioni di buona illuminazione e alle focali più corte. Salendo con lo zoom, non pecca in precisione quanto in reattività.

La nitidezza è elevata al centro del fotogramma, con un naturale degradamento verso i bordi. Anche in questo caso, salendo con lo zoom, la qualità cala progressivamente, con risultati appena discreti in prossimità della massima estensione. È un evidente limite nell’accoppiare uno zoom così esteso a un sensore così piccolo.

La modalità Macro è ben implementata, con una minima distanza di messa a fuoco di 5 cm, che regala scatti ravvicinati, sempre a fuoco e con una soddisfacente profondità di campo, grazie all’ottica luminosa e alla focale equivalente di 24 millimetri.

Samsung WB250F

Purtroppo, in ambienti poco illuminati, la Samsung WB250F va in crisi, con il rumore che inizia a disturbare a ISO 400, impedendo di salire oltre se si vuole mantenere una scena perfettamente leggibile. Il piccolo flash integrato viene in aiuto ma solo ed esclusivamente per scatti in interni o per ritratti all’aperto.

La WB250F gira anche video in formato Full HD 1080p a 30 fps, con un tempo massimo di registrazione pari a 20 minuti per ogni clip. I risultati sono apprezzabili, con colori sempre fedeli, una buona nitidezza nel complesso, ma soprattutto un audio pulito e chiaro. È possibile utilizzare lo zoom ottico durante le riprese, anche se la rumorosità del motore interno disturba non poco, mentre il fuoco è sorprendentemente reattivo e preciso per una fotocamera di questa categoria e fascia di prezzo.

Verdetto

Samsung ha centrato il bersaglio con questa piccola ma prestante WB250F: offre performance molto buone e un’esperienza d’uso appagante a un prezzo molto conveniente, anche e soprattutto considerate le specifiche: controlli manuali, zoom 18x da 24 a 432 mm equivalenti, schermo touch, connettività Wi-Fi, riprese video Full HD 30p.

La qualità degli scatti presenta luci e ombre, con il dettaglio che sfuma per gradi passando alle focali più estese e agli ISO più elevati, con il rumore di fondo che compare inesorabile. In ogni caso, in condizioni di buona luminosità e quindi con sensibilità ISO contenuta, i risultati sono più che buoni, con scene riprodotte fedelmente grazie ai colori naturali e alle sfumature morbide.

Chi è alla ricerca di una compatta dalla buona qualità costruttiva, dallo stile moderno ed essenziale, facile da usare grazie al giusto mix tra controlli fisici completi e schermo touch, trova in questa Samsung WB250F una soluzione molto interessante e proposta a un prezzo difficilmente battibile.