QR code per la pagina originale

Sony a7R III

Sensore full frame da 42,4 megapixel, scatto in modalità raffica fino a 10 fps e autofocus migliorato per la nuova fotocamera mirrorless Sony a7R III.

Di , 25 Ottobre 2017

Sony a7R III raccoglie l’eredità del modello lanciato nel 2015, mantenendo quanto di buono proposto e strizzando l’occhio a coloro che desiderano un dispositivo dalle performance elevate con il form factor ormai tipico del segmento mirrorless. Si avvicina, in termini di qualità e versatilità, all’ammiraglia a9 capace di stupire al suo esordio nei mesi scorsi.

Design ()

Fin dal primo sguardo si nota che il corpo macchina è quello ben noto per la linea, senza sconvolgimenti che dopotutto non sono necessari. Sony ha aggiunto un joystick che torna utile per la navigazione nei menu, il pulsante AF ON per l’attivazione immediata della messa a fuoco automatica e uno schermo touch da impiegare per le operazioni di messa a fuoco. Sono inoltre presenti due slot in grado di accogliere altrettante schede di memoria (uno compatibile con unità UHS-II). Un altro particolare degno di nota è la dotazione di due porte USB: una è di tipo micro-USB e può essere impiegato per la connessione degli accessori, l’altra supporta invece lo standard Type-C e torna utile per la ricarica della batteria.

Scheda tecnica ()

Il cuore pulsante della fotocamera è costituito dal sensore full frame da 42,4 megapixel (CMOS, EXMOR R), affiancato dal processore BIONZ X di ultima generazione e dal chip LSI. Una sinergia che consente di acquisire immagini in modalità raffica da 10 fps (anche con scatto silenzioso, fino a 76 RAW compressi oppure 27 non compressi) mantenendo attivo il tracking del soggetto inquadrato, il doppio rispetto a quanto visto sulla aR7 II. Attivando il Live View si arriva invece a 8 fps, proprio come sulla a6500.

Il sistema AF a 399 punti con rilevamento di fase agisce sul 68% dell’inquadratura, mentre quello a rilevamento di contrasto lavora su 425 punti con una velocità pari a due volte quella dell’occhio umano. Non manca nemmeno la stabilizzazione ottica a cinque assi per scatti privi di mosso anche nelle condizioni di illuminazione meno favorevoli.

Il mirino elettronico Tru-Finder integra un pannello OLED con una risoluzione pari a 3.686.000 punti e sistema ZEISS T Coating (già visto sulla top di gamma a9) per ridurre i riflessi. Al fotografo è inoltre offerta la possibilità di scegliere tra una frequenza di refresh da 50 fps o 100 fps, così da adattarsi al meglio alla situazione di scatto. Sul retro trova posto invece un display LCD touchscreen (risoluzione 1.440.000 punti) con tecnologia WhiteMagic per una visibilità ottimizzata in ambienti aperti. Non manca nemmeno il modulo WiFi per il trasferimento rapido dei file a smartphone e tablet, senza dimenticare una batteria migliorata dal punto di vista dell’autonomia.

A questo si aggiungono caratteristiche pensate appositamente per i filmmaker come la ripresa video in 4K (3840×2160 pixel) che sfrutta l’intera superficie del sensore per registrazioni in formato Super 35. È anche possibile creare clip in slow motion scendendo alla risoluzione Full HD e raggiungendo così i 120 fps. Ancora, è garantito il pieno supporto alla tecnologia HDR (con standard HLG) per immagini con una gamma dinamica estesa.

Imaging Edge e Pixel Shift Multi Shooting Mode ()

Due novità che accompagnano il debutto della mirrorless sono Imaging Edge e Pixel Shift Multi Shooting Mode. La prima è una suite contenente tre software (Remote, Viewer ed Edit) dedicata alla fase di gestione dell’inquadratura, delle immagini e all’elaborazione. La seconda, invece, sfrutta la stabilizzazione ottica a cinque assi per creare composizioni ottenute processando quattro diversi scatti (169,6 megapixel in totale) catturati spostando il sensore un pixel alla volta, generando (tramite elaborazione successiva su computer) una sola immagine con una riproduzione dei colori estremamente accurata. Una modalità adatta soprattutto per la fotografia di architettura e la still life.

Prezzo e disponibilità ()

L’esordio della nuova Sony a7R III in Europa è fissato per il novembre 2017, al prezzo di 3.500 euro circa per il solo corpo macchina.