QR code per la pagina originale

Sony Ericsson Satio

Symbian 5th Edition e fotocamera da 12 MPixel: Sony Ericsson punta alla vetta

Prezzo

€ 580

Giudizi
  • Caratteristiche9
  • Connessioni9
  • Design8
  • Qualità prezzo8
Pro

HSDPA e WiFi, GPS, sistema operativo, fotocamera

Contro

Prezzo, autonomia, qualche incertezza nel touchscreen

Di , 5 Febbraio 2010

Tutto da toccare

Il nuovo Sony Ericsson Satio è uno smartphone quadribanda GSM/GPRS/EDGE e UMTS/HSDPA con touchscreen basato sul sistema operativo Symbian 5th Edition e dotato di una fotocamera da ben 12 megapixel, Wi-Fi, Bluetooth, GPS.

Il Sony Ericsson Satio è completamente touchscreen, a parte tre tasti funzione (un po’ piccoli) nella parte frontale e alcuni tasti laterali dedicati alla fotocamera e ad alcune funzioni secondarie. Per questo utilizza Symbian 5th Edition, la release che introduce il supporto agli schermi sensibili al tocco.

Il display occupa gran parte della parte frontale e, grazie anche alla conformazione (formato 16:9 e diagonale da 3,5 pollici) e alla risoluzione (360×640 pixel), si rivela di buona qualità e ben contrastato. Il touchscreen, di tipo resistivo, appare sensibile e reattivo anche se avremmo preferito la presenza di un’analoga unità di tipo capacitivo, alla Apple iPhone per intenderci.

Nella parte superiore sono ben visibili la fotocamera per le videochiamate e il sensore di luminosità che funziona anche da sensore di prossimità.

Sul lato sinistro il Sony Ericsson Satio presenta lo slot per le schede MicroSD e il connettore per la sincronizzazione e la ricarica, purtroppo in formato proprietario e non MiniUSB. Tale connettore viene utilizzato anche per gli auricolari, quindi niente jack da 3,5 mm. Scelte un po’ criticabili e leggermente controcorrente rispetto a molti altri concorrenti.

Le dimensioni sono, nel complesso, ridotte (112 x 55 x 13,3 mm), così come anche il peso (126 grammi), almeno considerando i contenuti. La qualità delle scocche, in gran parte metalliche, e dell’assemblaggio dona al Satio una sensazione di piacevole solidità.

Che foto!

Due sono gli elementi che caratterizzano il Sony Ericsson Satio: il sistema operativo Symbian 5th Edition e la fotocamera da 12 megapixel.

Mentre la quinta versione del sistema operativo l’abbiamo già incontrata in altri modelli (vedi Nokia 5800 XpressMusic), la fotocamera da 12 megapixel rappresenta una novità nel settore dei dispositivi mobili. La fotocamera è ben nascosta da un meccanismo a scatto che protegge l’obiettivo.

Le fotografie (fino a 4.032×3.024 pixel) sono, indubbiamente, di ottima qualità, grazie anche all’autofocus, al flash allo xenon e allo stabilizzatore delle immagini che compensa i piccoli movimenti della mano al momento dello scatto. Il software di gestione, abbastanza intuitivo, integra un buon numero di funzionalità aggiuntive che permettono di migliorare la qualità delle fotografie, permettendo di selezionare le impostazioni più adatte per le scene e le modalità di ripresa.

Galleria di immagini: Sony Ericsson Satio

È possibile anche geotaggare le immagini, cioè inserire le informazioni della posizione sfruttando la presenza del GPS.

La modalità video permette di catturare filmati fino alla risoluzione VGA (640×480) a 30 fps, anche qui di buona qualità.

In complesso, siamo rimasti favorevolmente impressionati dalle prestazioni della fotocamera del nuovo Sony Ericsson Satio che, nella sostanza, migliora i risultati della gamma CyberShot di Sony Ericsson.

La notevole dimensione dei file generati per foto e filmati rende inevitabile l’utilizzo dello slot MicroSD (una scheda da 8 GB fa parte della dotazione di serie) che integra i 128 MB della memoria interna.

Bello e possibile

Abbiamo esaminato con attenzione anche il comportamento del sistema operativo Symbian 5th Edition sul Sony Ericsson Satio. Rispetto alle versioni montate sui terminali Nokia, Sony Ericsson ha provveduto a una leggera modifica dell’interfaccia utente, rendendola più immediata e limitando al massimo l’utilizzo del pennino nell’uso normale.

L’inserimento dei dati avviene attraverso il touchscreen, sfruttando una tastiera QWERTY virtuale o attraverso il sistema di riconoscimento della scrittura.

La gestione di contatti e messaggi segue le logiche ben note di Symbian e non crea particolari problemi. La navigazione Internet non crea particolari problemi, grazie anche al pieno supporto dei principali standard, anche se con le pagine più pesanti si può verificare qualche problema. Buona anche la gestione dei feed RSS.

Con le applicazioni presenti è possibile sfruttare il terminale in modo già efficiente, ma è possibile installare nuove applicazioni per adattare il Sony Ericsson Satio alle proprie esigenze.

Nota dolente, l’autonomia: la batteria da 1.000 mAh e le caratteristiche hardware del terminale, evidentemente, non consentono il raggiungimento di grandi risultati. Con difficoltà, siamo riusciti a superare una giornata lavorativa senza ricorrere all’alimentatore da rete (va detto che abbiamo usato frequenti connessioni dati Wi-Fi e sotto rete UMTS).

La dotazione del Sony Ericsson Satio è completata dall’accelerometro, che ruota automaticamente lo schermo, e dalla classica radio FM con RDS.

In sostanza, il Sony Ericsson Satio è uno smartphone davvero completo, gradevole sia come oggetto che nell’utilizzo, grazie anche alle ormai consuete e ottime funzionalità multimediali che caratterizzano i device Sony Ericsson. Peccato per la scelta della tecnologia restituiva al posto delle ben più dinamica capacitativa. Disponibile in diverse colori, ha un prezzo di poco superiore ai 550 euro.