QR code per la pagina originale

Sony Ericsson Xperia X10

Tra gli smartphone Android più potenti sul mercato, eppure con SO fermo alla versione 1.6

Prezzo

€ 499

Giudizi
  • Caratteristiche8
  • Connessioni9
  • Design9
  • Qualità prezzo9
Pro

Schermo, hardware, prestazioni

Contro

Dimensioni, versione superata di Android

Di , 19 Luglio 2010

Primo impatto

Dopo l’esperienza Symbian, Sony Ericsson ha deciso di puntare anche sul sistema operativo Android di Google, come testimoniano gli ultimi modelli arrivati sul mercato. Il Sony Ericsson Xperia X10 è tra questi, uno smartphone evoluto che sarà molto apprezzato dai tecno-fan esigenti in termini di caratteristiche e connettività.

Si tratta di un modello con struttura candybar, con schermo da ben 4 pollici di diagonale (e una risoluzione 480×854), dimensioni davvero generose quindi. Il grande schermo, che è anche touchscreen di tipo capacitivo, inevitabilmente, influenza le dimensioni complessive del terminale, che risulta un po’ ingombrante (119x63x13 mm e un peso di 136 grammi). La presa è comunque buona, anche se le dimensioni e i materiali leggermente scivolosi possono in qualche caso creare dei problemi.

Le linee sono abbastanza sobrie e non molto appariscenti, ma l’assemblaggio appare di buon livello senza particolari gioghi. La parte anteriore è, ovviamente, dominata dallo schermo e presenta tre pulsanti fisici (menu, home e indietro) nonché i sensori di luminosità/prossimità. Lateralmente troviamo i classici pulsanti per la fotocamera e la regolazione del volume.

La confezione che accompagna il Sony Ericsson Xperia X10 è completa: alimentatore di rete con plug USB, cavo microUSB, custodia, auricolari, manuali e due pellicole protettive per lo schermo. Non  manca la scheda di memoria in formato microSD da 8 GB, quindi adeguata alle potenzialità del device.

Hardware

Il Sony Ericsson Xperia X10 non è solo “un grande schermo”, ma sotto la pelle nasconde un hardware da primo della classe, che lo pone tra le macchine Android più potenti presenti sul mercato.

Monta un processore Qualcomm Snapdragon da 1 GHz  e una memoria interna complessiva di circa 1 GB per lo storage e 384 MB di RAM. Funziona sotto reti GSM/GPRS (850/1800/1900 MHz) e UMTS/HSPA.

La macchina possiede spiccate doti multimediali e ciò è testimoniato anche dalla fotocamera da ben 8,1 megapixel (con flash e zoom digitale 16x). È una delle maggiori risoluzioni disponibili nel mercato dei cameraphone, in questo momento la maggiore in ambito Android. Il risultato è invidiabile: le fotografie appaiono di elevata qualità, specialmente in condizioni di illuminazione ottimale. Identiche considerazioni possono essere fatte per i filmati.

La dotazione hardware è completata dagli ormai immancabili Bluetooth, Wi-Fi, GPS (anche assistito), accelerometro. Non sono, invece, presenti la seconda fotocamera per le videochiamate, il multitouch e la radio FM, caratteristiche tutto sommato di secondo piano, ma sempre apprezzate.

Galleria di immagini: Sony Ericsson Xperia X10

Android

Il Sony Ericsson Xperia X10 utilizza il sistema operativo Android 1.6, una versione un po’ datata anche se la casa nippo-finlandese ha provveduto a una importante personalizzazione volta a colmarne le lacune o a esaltarne alcune caratteristiche. In ogni caso Sony Ericsson ha già annunciato la disponibilità dell’aggiornamento a Android 2.1 per l’autunno, al pari dei cugini X10 Mini e X10 Mini Pro. Con l’aggiornamento, in particolare, l’X10 dovrebbe beneficiare anche del supporto DNLA e della registrazione video HD.

Abbiamo trovato molto interessanti l’aggregatore TimeScape, per i social network (Facebook, Twitter, ecc.), ma anche per gestire alcune funzioni dello smartphone, e il centro multimediale MediaScape. In qualche caso sono un po’ dispersivi, ma, una volta capita la logica, risultano molto utili.

Impressioni d’uso

Durante l’utilizzo, il Sony Ericsson Xperia X10 si è sempre comportato egregiamente anche nella navigazione Web. I saltuari “impuntamenti” saranno sicuramente risolti con il prossimo aggiornamento.

Da telefono, che rimane in teoria l’utilizzo principale del device, il Sony Ericsson si è comportato bene: buona ricezione e audio di qualità alta. Forse, il volume è un po’ basso, ma potrebbe essere una sensazione soggettiva.

La batteria, da 1.500 mAh, consente una discreta autonomia, che tuttavia è fortemente influenzata dal tipo di utilizzo. Stressando l’hardware siamo riusciti a portare a termine una giornata lavorativa senza eccessivi problemi

In conclusione, il Sony Ericsson Xperia X10 è uno smartphone valido, molto orientato verso il multimediale, ma in parte penalizzato da una versione del sistema operativo un po’ datata. È disponibile al prezzo consigliato di 499 euro, una cifra elevata, ma in gran parte giustificata dai contenuti.