QR code per la pagina originale

Zopo Color-C: giovane e brioso

Zopo Color-C è uno smartphone Android Lollipop da 4,5 pollici con un profilo hardware entry-level e un prezzo vantaggioso.

Prezzo

€ 130

Giudizi
  • Caratteristiche7,5
  • Design7
  • Prestazioni7,5
  • Qualità prezzo8
Pro

Buon rapporto fra qualità e prezzo, ben aggiornato, prestazioni reattive

Contro

Fotocamera migliorabile, display non ad alta risoluzione, alcune funzioni di Android sono duplicate dal launcher

Di , 27 Luglio 2015

Durante il mese di maggio, Zopo ha annunciato ufficialmente l’arrivo di due nuovi terminali di fascia bassa, Color-C e Color-E, due smartphone Android rivolti a un pubblico fresco e giovanile, ma che vantano caratteristiche di tutto rispetto, sicuramente capaci di rendere entrambi i telefoni un’ottima scelta per non rinunciare a nessuna funzione tipica degli smartphone moderni.

Zopo Color-C è venduto in esclusiva da Zopomobile.it, che ha gentilmente concesso uno sconto del 6% a tutti i lettori di Webnews valido sull’intera gamma Zopo distribuita nel nostro Paese. Basta utilizzare questo codice sconto: ZOPOPR.

Design

Dal punto di vista estetico, Zopo Color-C è un telefono di stampo assolutamente fresco e giovanile. Color-C viene offerto al pubblico in diverse colorazioni tra cui quella nera e diverse varianti di quella bianca, in cui cambia solo il colore della scocca posteriore.

Costruito con plastica sul retro e ai lati, offre una grande sensazione di robustezza al tatto e un buon grip. L’assenza di materiali più pregiati, in realtà, non si avverte più di tanto proprio perché nasce come un terminale pensato per un pubblico giovanile, magari alle prime armi con uno smartphone. Tuttavia ciò può essere anche un pregio in quanto sono diversi i terminali inseriti in questa fascia di prezzo che magari costano un po’ di più, ma hanno da offrire solo un materiale più pregiato, sicuramente più soggetto a danni.

L’assemblaggio del telefono è lodevole, non si notano scricchiolii e con il suo spessore si adatta praticamente ad ogni tipo di tasca. Unica pecca nel suo form factor è la cover posteriore, davvero difficile da rimuovere a causa dei sui 12 gancetti di collegamento. È un dettaglio da non sottovalutare dato che la rimozione della scocca posteriore è senza ombra di dubbio una delle azioni da eseguire in molti casi.

Zopo Color-C è infatti un telefono dual sim, permette l’installazione di microSD fino a un massimo di 64GB di capienza e, ovviamente, ha una batteria rimovibile. Si è rivelato un dettaglio che può far storcere il naso anche il posizionamento del tasto di accensione/spegnimento, posizionato sul lato sinistro del terminale; in alcuni casi può risultare poco intuitivo anche la gesture per lo sblocco.

Galleria di immagini: Zopo Color-C, le foto

Android e firmware Zopo

In Zopo Color-C si trova, di serie, Android Lollipop aggiornato alla versione 5.1. Non è Android stock, ma viene equipaggiato con il launcher APUS, reattivo e fluido, ma che a volte può rivelarsi fastidioso e invadente poiché tende a informare l’utente di ogni minimo aggiornamento, a volte con notifiche ingombranti e inaspettate che ostacolano l’utilizzo dello smartphone.

Tra i pregi di questo launcher si può notare, sicuramente, un’elevata reattività, e promettendo all’utente una gestione delle applicazioni in cartelle davvero intelligente in base alla categoria di appartenenza. Tuttavia, proprio quest’ultimo aspetto, per alcuni utenti, può generare confusione: nello specifico, funzioni e toggle duplicati che vanno ad affiancarsi a quelli di Android.

Schermo

Il display è un IPS che si presenta su 4,5” di diagonale. L’angolo di visuale è davvero prossimo ai 180° (178° per la precisione), ma, volendo osservare Zopo Color-C da un punto di vista generale, si può dire che lo schermo, purtroppo, non è uno dei migliori.

La risoluzione è di 854×480 pixel, ormai scarsa rispetto agli standard anche della stessa fascia. Sia chiaro, riesce a delineare ogni singolo dettaglio e non ci sono sezioni del sistema in cui si avverte la mancanza di maggiore definizione, ma sicuramente uno schermo più definito avrebbe garantito un’ulteriore spinta all’acquisto.

Tuttavia, come già detto, è evidente che questo telefono è rivolto a un pubblico poco esigente o alle prime armi con gli smartphone, che sicuramente si focalizza prima di tutto sulle capacità del terminale e non su un dettaglio del genere.

Fotocamera

Zopo Color-C è dotato di una fotocamera frontale da 2 megapixel ed una posteriore da 5, ma entrambe con flash LED. Le fotocamere garantiscono scatti veloci e immediati oltre a essere strutturate bene, con diverse funzioni tra cui ben quattro modalità di scatto: foto, bellezza viso, panoramica e veduta multiangolare.

Tuttavia i 5 megapixel si fanno sentire e le foto non sono un granché in quanto a dettaglio. Sicuramente l’utenza a cui sono destinate per quanto riguarda le foto è assolutamente amatoriale. Zopo Color-C offre anche la funzione di videocamera, capace di registrare filmati fino a una qualità di 480p. Purtroppo anche i video non risultano eccelsi, quindi anche il lato video non è un qualcosa che potrebbe fortemente invogliare all’acquisto di Zopo Color-C. Inoltre si può notare un audio acquisito davvero molto basso: all’aperto, ma anche in ambienti poco frequentati, è praticamente quasi impossibile riuscire a sentire l’audio di ciò che è stato registrato.

Le impostazioni della fotocamera e videocamera, gestibili direttamente in-app, sono abbastanza complete permettendo la scelta del bilanciamento del bianco, o la qualità con cui girare il video.

Prestazioni

Zopo Color-C è dotato di un processore quad-core a 64 bit, una RAM di 1GB e una ROM di 8GB espandibili con micro-SD, come detto, fino ad un massimo di 64GB. Sono caratteristiche che rendono il telefono assolutamente reattivo e scattante in ogni situazione.

Anche con un utilizzo abbastanza intenso, Color-C riesce a comportarsi egregiamente, lasciando al massimo lo spazio solo per qualche micro-lag e qualche impuntamento, ma nulla di cui preoccuparsi.

Un piccolo difetto riguarda lo sblocco con la gesture del doppio tap sullo schermo, dato che non sempre viene riconosciuta benissimo e, in altri casi, è capitato che lo schermo si sia acceso da solo mentre lo smartphone era in tasca se la funzione Smart Wake è attiva.

Ad ogni modo, il processore quad-core è sicuramente uno dei punti di forza del terminale. Costruita per garantire un’efficienza energetica del 150% in più rispetto ai suoi predecessori, la CPU si comporta in modo eccelso sia nelle operazioni basilari sia in quelle più complesse. Vari test di benchmark hanno rilevato una potenza di calcolo in multi-core importante per un telefono di questa fascia, collocandosi sulla carta al pari di un Samsung Galaxy S3.

Color-C è dotato di diversi sensori tra cui quello di prossimità, di gravità, accelerometro, bussola ed anche per il rilevamento della luce esterna per la luminosità automatica dello schermo.

La batteria fornita ha un amperaggio non elevato (1700mAh), ma garantisce l’arrivo a fine giornata con un utilizzo nella norma pur con ogni tipo di notifica push attiva e dati cellulare sempre pronti. Infine, grazie alla presenza della tecnologia LTE, 3G e GSM, Zopo Color-C fornisce un’ottima esperienza in chiamata, con un buon audio in capsula, ma risente della poca potenza e del posizionamento dell’altoparlante che, fra l’altro, non si rivela uno dei migliori.

Il prezzo è comunque ottimo per quel che viene offerto con questo prodotto: con €129,90 è possibile far proprio un terminale funzionale e reattivo sotto ogni punto di vista.