Tilt Brush: l'arte incontra la realtà virtuale

Google presenta un software per HTC Vive, già in vendita sulla piattaforma Steam, che permette di creare liberamente opere d'arte in tre dimensioni.
Google presenta un software per HTC Vive, già in vendita sulla piattaforma Steam, che permette di creare liberamente opere d'arte in tre dimensioni.

Esplorare le potenzialità delle nuove tecnologie in ogni possibile ambito, anche quello artistico. È l’obiettivo che si è posto il team di Google al lavoro sul progetto Tilt Brush: si tratta di un applicativo sviluppato appositamente per il visore HTC Vive (è necessario almeno un controller), che sfrutta la realtà virtuale offrendo un modo inedito, coinvolgente e immersivo per dare vita ad opere 3D in realtà virtuale.

Già in vendita sulla piattaforma Steam di Valve al prezzo di 27,99 euro, il software permette di scegliere pennelli e colori, per poi dipingere qualsiasi cosa intorno a sé, in tre dimensioni. L’ambiente in cui ci si trova diventa una tela e non c’è alcun limite alla creatività: oltre alla vernice è possibile impiegare materiali o effetti di qualsiasi tipo (fuoco, luce e molto altro). Per capire di cosa si sta parlando è sufficiente dare un’occhiata al filmato in streaming di seguito, che mostra alcuni artisti come Tristan Eaton, Jorge Rodriguez Gerada, Faith47, Said Dokins e Chu alle prese con Tilt Brush, presso il laboratorio del Google Cultural Institute.

Dalle antiche pitture rupestri ai più classici dipinti, passando per gli scarabocchi con i pastelli a cera, l’uomo ha sempre cercato modi di esprimersi, attraverso forme diverse di comunicazione visiva. Oggi l’arte digitale offre nuove opportunità per la creatività, che vanno al di là di carta e penna. È in questo scenario che presentiamo Tilt Brush, una nuova app per la realtà virtuale, disponibile oggi per HTC Vive, che permette di dipingere con una prospettiva completamente nuova.

A rendere il tutto ancora più interessante è che, potenzialmente, le opere create con software come Tilt Brush potranno poi essere distribuite senza alcun limite in termini di fruizione: saranno visibili da chiunque in possesso di un visore VR e pronte per essere proiettate all’interno di musei o installazioni.

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti