QR code per la pagina originale

inFamous 2

Essere famosi o famigerati, questo è il dilemma...

Voto WebNews
8,9
Data di uscita

8 Giugno 2011

Giudizi
  • Giocabilità8,9
  • Grafica9,0
  • Sonoro8,7
  • Longevità9,1
Pro

Due finali, un grande libertà d'azione e una sensazione di potere assoluto che si amplifica con lo svolgersi della trama. L'esperienza di gioco è ricca, varia e offre anche il plus di poter creare e provare missioni alternative!

Contro

La grande libertà potrebbe essere perfino troppa per alcuni giocatori, così come l'obbligo di una condotta morale che, attraverso potenziamenti ed eventi diversi, delinea due finali che non tutti avranno la pazienza di sperimentare.

Di ,

Trama

Quando il primo inFamous ha fatto la sua comparsa su PlayStation 3, Sucker Punch era al suo esordio sul nuovo hardware Sony. Il progetto era ambizioso: sviluppare un free-roaming completamente originale in cui il protagonista fosse un super eroe che potesse scegliere di perseguire i propri scopi con le buone o con le cattive, influenzando così lo sviluppo dei suoi poteri.

A distanza di circa due anni dalla prima comparsa di Cole (29 maggio 2009 in Europa), protagonista del primo episodio, Sucker Punch Productions espande l’universo narrativo del gioco e presenta, sempre in esclusiva per PlayStation 3, inFamous 2. Il target primario di questo prodotto, come il suo predecessore, è senza dubbio la categoria degli appassionati di comics, ma la sua natura di action free-roaming lo rende appetibile a chiunque abbia voglia di vivere un’esperienza che, senza rinunciare a una trama avvincente, possa essere affrontata in totale libertà, decidendo cosa fare, dove e quando.

La ricetta vincente di inFamous è stata, se possibile, ulteriormente migliorata, rimanendo al contempo perfettamente fedele all’originale. Anzi, inFamous 2 offre perfino la possibilità di importare il salvataggio e le statistiche di gioco precedenti, concedendo ai veri appassionati l’opportunità di iniziare l’avventura con un Cole MacGrath famoso o famigerato, esattamente come avrebbe dovuto essere in base alle azioni compiute nel corso del primo capitolo. I richiami ad inFamous sono tanti e così radicati nella trama da lasciarci sbilanciare nel consiglio di recuperare la prima avventura di Cole e giocarla tutta d’un fiato, prima di dedicarvi ad inFamous 2. A tal proposito, va segnalato che il predecessore fa parte dei titoli scaricabili dal redivivo PlayStation Store, grazie al programma Welcome Back.

Le fasi iniziali sono assolutamente epiche ed esaltanti: le danze si aprono con uno spettacolare scontro con la Bestia, una mostruosa e gigantesca creatura umanoide che rappresenterà la nemesi di Cole. Tale scontro non può che rievocare l’indimenticabile inizio al fulmicotone di God of War II… solo che, stavolta, il protagonista è destinato a prenderle di santa ragione, innescando la serie di eventi che vi porterà nella nuova città di New Marais, la quale ospiterà le vostre gesta da super eroe. Se il sistema di controllo è rimasto invariato, è altrettanto vero che sono state introdotte delle piccole, ma gratificanti, aggiunte come l’Amp, che appunto amplifica il potere elettrico di Cole e lo convoglia in una sorta di “arma bianca” con la quale scendere ai ferri corti con gli avversari.

Sconfiggere la Bestia è l’obiettivo ultimo di Cole, il quale accrescerà gradualmente i propri poteri in vista dello scontro finale con questo colosso che sta devastando, città dopo città, il paese… proprio alla ricerca dello stesso Cole. Alcuni dei potenziamenti che nel primo inFamous dovevano essere guadagnati nel corso dell’avventura fanno già parte del repertorio del vostro super alter ego, proprio per rendere un senso di continuità fra i due episodi e sottolineare al contempo una crescita del personaggio, senza stravolgere il bilanciamento della difficoltà di gioco. Parliamo, ad esempio, della possibilità di scivolare a tutta velocità sui cavi di acciaio, come ad esempio quelli della linea tramviaria urbana.

Il sistema di controllo è gratificante e vi farà percepire tutta la distruttiva potenza elettrica del protagonista. L’unica, piccola, pecca che abbiamo riscontrato è nell’arrampicata libera, che, se paragonata con un recente Assassin’s Creed: Brotherhood, lascia intravedere margini di miglioramento sia per quanto riguarda le animazioni, sia per la gestione dei vari appigli durante la scalata delle pareti dei palazzi e delle strutture di New Marais.

L’intera città è una meravigliosa sandbox nella quale sperimentare nuovi modi di sfruttare le incredibili doti di Cole. Fra una missione primaria e l’altra, infatti, potrete dedicarvi a una serie di quest secondare o di rapidi interventi in favore o contro la popolazione. Ogni vostro gesto influenzerà l’orientamento di Cole, trasformandolo lentamente in un eroe senza macchia o in un cosiddetto super villain. Potrete, ad esempio, dedicarvi a soccorrere i civili feriti, rianimandoli con ponderate scariche elettriche dal potere curativo, oppure divertirvi a stordire gli artisti di strada, interrompendo le loro performance per dispetto. Sono queste solo alcune delle opportunità che vi verranno offerte e vi assicuriamo che troverete sempre molto da fare prima di procedere nella trama!

Non pensiate che si tratti solo di scelte dall’influenza marginale, perché la vostra condotta di gioco condizionerà realmente gli eventi di inFamous 2, arrivando a delineare perfino due finali molto ben distinti… Una caratteristica che ha il pregio di espandere la longevità di gioco, ma che vi costringerà a giocare inFamous 2 almeno un paio di volte per vedere effettivamente tutto ciò che Sucker Punch ha preparato per voi.

A tale prospettiva si affianca la possibilità di usufruire di un sistema che permette a tutti i giocatori di creare o modificare delle missioni alternative e di condividerle con la comunità di appassionati di inFamous. Basterà essere connessi al PlayStation Network per vedere apparire sulla mappa di New Marais degli spot verdi, che identificano tali obiettivi, denominati Missioni CDU. È prevista perfino la possibilità di esprimere una valutazione.

Tecnicamente inFamous 2 è una gioia per gli occhi, con una ricchezza e varietà di ambientazioni invidiabile. New Marais è veramente gigantesca, ottimamente caratterizzata e pulsa letteralmente di vita propria, sfoggiando una popolazione reattiva e intenta a vivere e spostarsi, a piedi o in macchina. Peccato solo per un’assenza lampante di anti-aliasing, che causa un’evidente discrepanza fra la pregiatezza della modellazione poligonale e l’effettiva pulizia delle immagini su schermo. Allo stesso modo, a volte gli effetti di luce sono chiaramente renderizzati in bassa risoluzione, donando ad alcuni elementi visivi un feeling quasi antiquato, se paragonati con la magnificenza dell’impatto complessivo.

Lo stile di inFamous 2 è comunque sempre ben identificabile e non potrete fare a meno di apprezzare le sequenze di intermezzo, realizzate con un sapiente mix di elementi bidimensionali disegnati a mano, talvolta conditi da qualche inserto in 3D. Non solo, inFamous 2 è condito anche con una pioggia di citazioni simpatiche che vi strapperanno più di qualche sorriso, come i titoli dei film proiettati nelle sale cinematografiche di New Marais, che fanno il verso a molti giochi recenti che, evidentemente, hanno attirato l’attenzione degli sviluppatori.

Il sonoro, infine, è ricco e avvolgente, accompagnato da una buona localizzazione in Italiano per quanto riguarda il doppiaggio dei personaggi protagonisti della vicenda. Tanto basta per delineare il profilo di un titolo di gran classe, che mostra il fianco solo a qualche marginale critica estetica, ma capace di offrire una validissima esperienza di gioco, ricca e longeva.