QR code per la pagina originale

Wii Music

Di ,

Wii Music: l’incompiuta di Miyamoto

Uscito lo scorso novembre per Nintendo Wii, negli intenti Wii Music avrebbe dovuto costituire, secondo il suo creatore, il geniale Shigeru Miyamoto, il tassello mancante della rivoluzione videoludica inaugurata positivamente con Wii Sports e proseguita con il campione di vendite Wii Fit.

Critica e pubblico non hanno apprezzato, però, sottolineandone l’incompiutezza strutturale e condannandolo a un vero disinteresse generale. Eppure è davvero possibile che attese così elevate siano state tradite in maniera tanto colossale? È questa la domanda che in molti si sono posti, noi inclusi. Per questo, a distanza di qualche mese, ora che ci siamo ripresi dalla delusione e abbiamo la mente più lucida, vogliamo tornare sull’argomento per cercare di capire se, in effetti, il genio di Miyamoto non sia stato compreso o se di buco nell’acqua davvero si tratti.

Anzitutto, ci preme sottolinearlo, nei mesi che lo separavano dalla sua uscita, Wii Music è stato sicuramente vittima di un fraintendimento da parte della stampa specializzata che, incapace di comprenderne a pieno il concept di fondo, ha finito per inserirlo in un contesto ad esso non adeguato, confrontandolo ripetutamente con dei rhythm-game come Guitar Hero e Rock Band.

A conti fatti, però, Wii Music si è rivelato un prodotto molto lontano da un gioco musicale, se non addirittura di un videogioco qualsiasi! In essenza, sembra più una sorta di compendio musicale introduttivo al mondo delle sette note, un affascinante strumento casual pensato per attirare il maggior numero possibile di persone verso una disciplina sicuramente complessa.

Eppure, nel corso delle numerose interviste promozionali rilasciate in merito, Miyamoto era stato sin troppo chiaro, descrivendo la sua creatura né come un ludo né come un rhythm-game. Per il geniale game-designer andava piuttosto considerata come un particolare strumento musicale dal carattere universale, perfettamente e costantemente intonato nonché dotato di una curva d’apprendimento appositamente studiata per risultare prossima allo zero. L’obiettivo era dunque quello di favorire improvvisazione e libertà creativa, aspetti che i già citati titoli Harmonix e Activision ignorano.

A differenza di altri giochi musicali, infatti, in Wii Music si sfrutta un set di controller multi-funzione, i quali si adattano automaticamente al contesto strumentale per spingere l’utente a esprimere le proprie capacità artistiche. Grazie a questa peculiarità, e con un po’ di fantasia e senso ritmico, si è potenzialmente in grado di improvvisare senza sapere alcunché di musica.

È proprio qui che Wii Music finisce in un paradosso, trasformando in difetto ciò che sarebbe dovuto essere il suo più grande pregio, ovvero la sua intrinseca ed esasperata semplicità. Il software di Miyamoto risulta sin troppo ovvio, scontato, diretto e immediato, annullando in questo modo qualsiasi tipo di resistenza psicologica o senso di sfida.

Stranamente, questo aspetto è stato trascurato nonostante sia ovviamente fondamentale in un contesto videoludico. Wii Music non è diviso in livelli e si limita a offrire unicamente un numero di scenari, strumenti e brani neanche troppo ampio. Unico elemento stimolante è dato dalla necessità di sbloccare molti dei suddetti brani. Una volta effettuate le selezioni, però, tutto si riduce a impugnare i controller dando il via a una serie di “air-guitar” ampliata a ogni sorta di strumento.

Il tutto all’insegna dell’essenzialità. Un’essenzialità che riguarda, purtroppo, anche la qualità dei suoni MIDI, che finisce irrimediabilmente con l’abbassare il grado di immedesimazione.

Insomma, alla luce di tutto ciò, a prescindere dal malinteso concettuale di fondo, risulta difficile giustificare un titolo come Wii Music, che alla fine risulta unicamente appetibile da bambini in età pre-scolare, forse gli unici in grado di recepirne appieno lo spirito fanciullesco e spensierato di cui è intriso.

Nonostante lo sfrontato ottimismo che la Nintendo nutre ancora nei confronti di questo progetto, non ci sentiamo di appoggiare tale scelta. Non ce ne voglia Miyamoto, che continueremo ad amare e apprezzare al di là di ogni cosa.

Lezioni

Prima di diventare musicisti affermati, avrete bisogno di un breve tutorial che vi guidi verso l’apprendimento dei “fondamenti”; prima di tutto, sarete sottoposti al Primo Test con la canzone Twinkle, Twinkle, Little Star facilmente realizzabile seguendo le istruzioni del maestro Sebastian Domisol. A questo punto, potrete adesso accedere al menù Esibizione Maestro per scegliere uno stile tra Rock, Pop, Marcia, Reggae, Jazz, Classico, Hawaiano, Latino, Tango, Giapponese o Elettronico. Farete poi la conoscenza di altri simpatici amici: i Bebob, note parlanti che dopo avervi indottrinato sui tempi musicali, vi seguiranno nelle vostre performance, rivelandosi non solo dei meri metronomi, ma anche suggeritori dei diversi passaggi musicali da intraprendere. Ecco quali sono gli argomenti delle principali lezioni di musica:

Jam Session

Il momento più emozionante sarà ovviamente la prima esibizione dal vivo, in cui potrete scegliere gli strumenti e verificare la loro efficacia. Inoltre, premendo i tasti + e sarete in grado di sceglierli tra una vasta scelta disponibile quasi da subito. Inoltre, se accederete al menù principale, vedrete il vostro Mii sulla destra dello sfondo insieme ad altri compagni, e scegliendo lo strumento che egli utilizza, lo vedrete suonare insieme a voi.

Esibizione Veloce

Scegliete il vostro Mii e gli strumenti (accumulando esperienza ed eseguendo delle buone performance sbloccherete tutti gli strumenti e i generi) oppure optate per una selezione casuale dei brani per mettere in mostra le vostre doti.

Esibizione Personalizzata

Rappresenta sicuramente uno dei punti di forza dell’intero gioco, dove potrete dar vita alle vostre creazioni. Per prima cosa, selezionate una canzone che può avere un massimo di 6 ruoli, in cui vengano incluse 2 Percussioni, una Voce, un Basso, Accordi e una Melodia. Compariranno alcune icone in basso allo schermo che vi aiuteranno nella scelta dell’impostazione più consona per eseguire il pezzo, consentendovi di interagire con 5 fumetti colorati visibili in basso sullo schermo, vale a dire, Stile, Tempo, Sezione del brano da ripetere, Scelta del Mii e infine Modifica del video realizzato. Muovete quindi il cursore su una di queste parti e premete A per ripetere la sequenza con il vostro Mii con lo strumento scelto. Una volta ultimate tutte le lezioni sui generi musicali, potrete addirittura eliminare o modificare alcune sequenze di un brano con B.

Ricordate inoltre, che in ogni momento vi sarà consentito ripetere la vostra performance qualora non foste soddisfatti del risultato finale. I Bebop in basso allo schermo vi aiuteranno a capire quando attaccare a suonare; mentre suonerete, premendo il tasto vi appariranno in alto sullo schermo il punteggio e gli strumenti con cui vengono emesse le note nel pezzo originale; ma questo non implicherà il dover obbligatoriamente seguirle, anzi, a vostra discrezione potrete decidere di non suonare oppure di aggiungere nuovi suoni all’esecuzione. Se invece desiderate lasciare la sequenza inalterata, non dovrete far altro che seguire le note e ovviamente più mostrerete precisione ritmica, maggiore sarà la verosimiglianza con il brano stesso.

Ritornando un momento sulla funzione dei Bebop, tenete a mente che essi oltre a contare il tempo, cambiamo sembianze a seconda della sezione musicale che state suonando, trasformandosi in cerchi, quadrati e triangoli; se invece li vedrete saltare, fate attenzione al ritmo della canzone che sta per essere modificata oppure per passare ad una diversa sequenza.

Quando la vostra performance sarà ultimata, vi verranno presentate alcune opzioni: registrare un video (da condividere con i vostri amici), cambiare strumento e ripetere la sezione, oppure semplicemente visualizzare il replay per controllare il vostro operato.

Doppiaggio

In questa fase di gioco, sarà possibile risuonare le sessioni già eseguite o aggiungere un segmento del brano con diversi strumenti in maniera identica o diversa dall’originale. Quindi, una volta registrata una parte del brano, ad essa potrete aggiungere tutte le parti rimanenti, dando libero sfogo all’improvvisazione e alla fantasia. Ovviamente, per rendere più personale la vostra esecuzione, create un Mii per ogni strumento, e continuate a modificare le parti suonate fin quando non sarete del tutto soddisfatti dell’opera finale.

Video Musicale

Entriamo adesso un po’ più nel dettaglio per spiegare in maniera più esaustiva la funzione di questa affascinante abilità. Una volta effettuata la performance, create il vostro video musicale che sarà visibile ogniqualvolta accederete alle impostazioni del menù. A questo punto vi verrà attribuita una valutazione in punti che oscillerà da 1 a 100. Ovviamente, il punteggio dipenderà sia dalla vostra capacità di esecuzione che dall’armonia mostrata nel complesso musicale. Ad ogni modo, l’aspetto più divertente è quello di scambiare i vostri video con gli amici e catalogarli in una Top Ten secondo una preferenza di quelli più graditi. Non sottovalutate inoltre la funzione del playback, una fonte inesauribile di goliardiche risate! Infatti, scegliendo una sessione casuale in questa modalità, attraverso il tasto + avrete la possibilità di riavviare, cancellare oppure saltare una traccia per passare alla velocemente successiva. In più, quando un amico vi manderà un video, potrete voi stessi assegnare il punteggio che riterrete più appropriato per quella particolare esecuzione. Tuttavia, non dimenticate di salvare le vostre opere, altrimenti dovrete aspettare che la vostra musa ispiratrice vi infonda nuovamente altra saggezza.

Una volta assegnati i punti popolarità ai video musicali, potrete creare una copertina per l’album; anche in questo caso è consigliabile lasciarvi trascinare dalla fantasia: prendete il vostro Mii (che vi servirà come modello base) e divertitevi a cambiargli posa o inquadratura per ottenere delle immagini davvero esilaranti. Infatti sulla destra dello schermo apparirà un’icona su ciascuno dei Mii che ha partecipato alla canzone; premete rispettivamente i tasti A e B per afferrarli oppure per annullare l’operazione. Una volta che il vostro simpatico alter ego sarà inserito in corrispondenza dell’apposito spazio sul CD, con il Wiimote (attraverso un semplice gesto della mano) potrete zoomare e scegliere la parte del corpo che preferite mettere in rilievo. Invece, premendo i tasti direzionali il personaggio ruoterà nella direzione indicata. Premendo il tasto 1 cambierete posa del Mii, mentre con il tasto 2 evidenzierete solo il profilo facciale. Infine, inserite lo sfondo che più vi aggrada e godetevi il vostro video musicale completo di copertina!

Biblioteca Video

Quando accederete al menù principale visualizzerete, come detto in precedenza, la vostra top 10 di canzoni che potrete consultare in qualsiasi momento premendo semplicemente A per una breve preview della canzone. Ricordatevi che qualora vogliate inviare un video ad un amico, l’operazione richiederà 2 blocchi di memoria, quindi, sarà possibile inviare al giorno non più di 10 video, sebbene possiate inviarne ad un numero di destinatari quasi illimitato. Inoltre, dalle icone mostrate sul frontespizio del CD, capirete se il video è già stato revisionato (se presenta uno smile) oppure no (l’icona lampeggia).

Minigiochi

Oltre che ad esibirvi in concenti ed a creare video, Wii Music presenta anche alcuni minigiochi il cui completamento vi premierà con musiche e strumenti talvolta davvero eccentrici!

Dirigi L’orchestra

Probabilmente è uno dei giochi più avvincenti e complessi, poiché avrete modo di dimostrare la vostra bravura come direttori d’orchestra. Anche in questo caso, verrete valutati con un punteggio da 0 a 100 a seconda di quanto sarete in grado di “portare” il tempo più adatto. In determinati momenti di gioco, con i tasti A e B, chiederete alla vostra orchestra di suonare con più enfasi, ma se eccederete troppo nel prolungare questa richiesta, otterrete l’effetto contrario e i musicisti smetteranno di suonare; potrete facilmente individuare la loro disapprovazione quando si gireranno verso lo schermo con guardi contriti! La chiave di volta per portare avanti questo minigioco è senza dubbio quello di “sentire” il ritmo, stabilendo prontamente quando accelerare e viceversa quando diminuire l’intensità dei suoni. In realtà è molto difficile ottenere una valutazione di 100 punti da tutti i pezzi classici disponibili, ma con un po’ di pazienza e senso del ritmo dovreste farcela.

Armonia di Campane

Questo minigioco farà leva sulle vostre capacità di riflessi e di memoria: l’obiettivo principale è quello di suonare la campana giusta secondo il colore richiesto. Per l’occasione, avrete a disposizione il Wiimote e il Nunchuck e sebbene il gioco sia molto divertente in multiplayer, anche da soli otterrete le vostre soddisfazioni. Inoltre, ci sarà la possibilità di incrementare il livello di difficoltà oppure differenziare il tempo musicale. Come consiglio generale per riuscire meglio nel compito, lasciatevi trasportare dalle sensazioni più che dalle immagini proposte dallo schermo, valutando quali saranno le note successive e stabilire il giusto tempismo con cui suonarle. Se invece sceglierete un livello di difficoltà più alto, fate attenzione ai simboli che scorreranno davanti a voi e premete Z o C per mantenere il ritmo.

Indovina la Nota

In quest’occasione dovrete affidarvi soprattutto alla vostra capacità mnemonica attraverso i 7 stage previsti. Ecco brevemente la descrizione di ogni fase:

  1. Riconoscete il suono giusto tra quelli emessi dai Mii.
  2. Individuate i Mii con lo stesso suono.
  3. Selezionate con A il Mii che intonerà le note più basse o più alte.
  4. Scegliete quali sono gli accordi musicali che compongono una sezione.
  5. Create una sequenza armonica con i Mii.
  6. Mettete in sequenza le note secondo le tonalità in crescendo.
  7. Ripetete i suoni in base allo spartito musicale riproposto.

Ovviamente, avrete un tempo limite con cui risolvere le varie fasi di gioco, sebbene ogni qualvolta ne supererete una, otterrete un bonus di 15 secondi, che vi permetteranno di proseguire nella prova con meno apprensione. Viceversa, in caso di errori o tentennamenti prolungati, ci saranno delle penalizzazioni che abbasseranno la vostra performance finale valutata in base alla prontezza e alla velocità di esecuzione.

Lista strumenti

Qui è riportata la lista completa di tutti gli strumenti presenti nel gioco, alcuni dei quali saranno sbloccabili solo dopo il completamento di tutti i minigiochi.

Strumenti

  • Pianoforte
  • Pianoforte Spaziale
  • Pianoforte Giocattolo
  • Cembalo
  • Arpa
  • Dulcimer
  • Marimba
  • Vibrafono
  • Steel Drums
  • Campanelle
  • Costume da Cane
  • Costume da Gatto
  • Timpano
  • Rapper
  • Chitarra Acustica
  • Ukulele
  • Chitarrra Elettrica
  • Chitarra Spaziale
  • Banjo
  • Sitar
  • Shamisen
  • Scacciapenzieri
  • Basso Elettrico
  • Basso Contralto
  • Basso Spaziale
  • Tromba
  • Corno Spaziale
  • Sassofono
  • Clarinetto
  • Flauto Dolce
  • Fisarmonica
  • Cornamusa
  • Cornamusa NES
  • Cantante
  • Tuba
  • Flauto
  • Armonica
  • Violino
  • Violoncello
  • Batteria Basic
  • Batteria Rock
  • Batteria Jazz
  • Batteria Latina
  • Batteria Reggae
  • Batteria Ballata
  • Batteria Spaziale
  • Marching Snare
  • Grancassa
  • Taiko
  • Congas
  • Congas Spaziali
  • Djembe
  • Timbali
  • Maracas
  • Tamburello Basco
  • Campane
  • Nacchare
  • Campanaccio
  • Battimani
  • Beatboxer
  • Black Belt
  • Cheerleader
  • Güiro
  • Cucia
  • Fischio
  • DJ Turntables

Lista delle canzoni

Per praticità di consultazione divideremo le canzoni in 4 generi, classica, tradizionale, popolare e videoludica. Inoltre inseriremo anche l’autore originale della canzone indicata. Verranno riportate in italiano solo musiche appartenenti alla musica classica, (ad eccezione di A Little Night Music compiuta in tempi moderni) mentre per tutte le canzoni di diverso genere musicale, sarà preferita la nomenclatura inglese.

Musica Classica Autore
Inno alla gioia Johann Sebastian Bach
Marcia Nuziale Richard Wagner
Lago dei Cigni Pyotr Ilyich Tchaikovsky
Dal nuovo Mondo Antonin Dvorak
Minuetto in Sol Maggiore Christian Petzold
A Little Night Music Stephen Sondheim
Sul Danubio Blu Johann Strauss II
Carmen Georges Bizet
Musica Tradizionale Autore
American Patrol F.W. Meacham
The Entertainer Billy Joel
Twinkle, Twinkle, Little Star Anonima inglese
Do-Re-Mi Rodgers and Hammerstein
My Grandfather’s Clock Henry Clay Work
Happy Birthday to You Mildred J. Hill
Yankee Doodle Anonima Patriottica Americana
Fra Martino Anonima Francese
Sur le pont d’Avignon Canzone Francese
The Flea Waltz Anonimo
Turkey in the Straw Anonima Canzone Americana Folk
On, My Darling Clementine Anonima Ballata Americana Folk
Scarborough Fair Canzone Folk Inglese
Long, Long Ago Thomas Haynes Bayly
Little Hans Alan Parsons Project
L’albero di Natale Canzone di Natale
From Santurtzi to Bilbao Canzone Folk Spagnola
Sakura Satura Canzone Folk Giapponese
Troika Canzone Folk Russa
La Bamba Canzone Folk Messicana
Over the Waves Juventino Rosas
La Cucaracha Canzone Folk Spagnola
Musica Popolare Autore
Daydream believer The Monkees
Sukiyaki Kyu Sakamoto
Jingle Bell Rock Bobby Helms
Please Mr. Postman The Marvelettes
The Loco-Motion Little Eva
Woman John Lennon
Every Breath You Take The Police
September Earth, Wind & Fire
Material Girl Madonna
Wake Me Up Before You Go-Go Wham!
I’ll be There The Jackson 5
I’ve Never Been To Me Vangelis
Musica Videogiochi Autore
The Legend of Zelda Koji Kondo
F-Zero (tema Mute City) Hidenori Shoji, Daiki Kasho, Alan Brey
Super Mario Bros Koji Kondo
Aninal Crossing: Wild World K.K. Slider
Animal Crossing K. K. Blues K.K. Slider
Wii Sport Kazumi Totaka
Wii Music Kazumi Totaka

NOTE: Costume da Gatto, Costume da Cane e Black Belt sono ovviamente accessori inseriti come extra, valutati però come una sorta di “strumenti” sbloccabili.