QR code per la pagina originale

i-mode, il Mobile che fu

,

Nel panorama del mobile web ha sicuramente un posto di rilievo il fenomeno I-mode, nato in Giappone nel 1999 dai laboratori dell’operatore di telefonia mobile NTT DoCoMo ed esploso fino a superare, nel 2004, la cifra di 40 milioni di iscritti nel solo paese del Sol Levante. A gennaio 2004 il servizio I-mode è stato offerto anche agli abbonati di Wind, aggiungendo l’Italia ad un buon numero di paesi europei (tra i quali Germania, Olanda, Francia, Spagna e Grecia) già abilitati ad utilizzare un simile canale di trasmissione

Così le guide Mobile di HTML.it descrivevano a suo tempo il servizio i-mode. Il 14 Settembre scorso, però, Webnews già segnalava il raggiungimento del punto di non ritorno:

Con un malinconico messaggio d’addio, Wind ha avvisato i propri clienti che dal 12 ottobre 2009 il servizio i-mode non sarà più disponibile: la ragione principale della scelta ricade probabilmente su uno scarso successo del servizio rispetto alle aspettative iniziali


Il 12 Ottobre è passato e la scadenza è stata puntualmente rispettata:

Dal 12 ottobre 2009 il servizio i-mode non è più disponibile e non è più possibile accedere ai singoli siti i-mode. Ti segnaliamo che i contenuti di download presenti sul Portale Mobile, come suonerie, immagini e giochi non saranno accessibili dal tuo cellulare i-mode.

Con la chiusura del servizio i-mode la tua casella di posta elettronica su i-mode non è più disponibile e non potrai più inviare MMS con il tuo cellulare i-mode, fatta eccezione per i modelli Nokia N70 i-mode, N81 i-mode, N76 i-mode, 5700 i-mode avendo cura di utilizzare per la composizione e l’invio del messaggio la voce “Msg. multimediale” del menu del telefonino.

Gli affezionati del servizio, se non troveranno in Wind un partner valido per il proseguimento del rapporto, hanno ora in mano un’ultima carta da giocare: quella del recesso.

Ti ricordiamo infine che potrai comunque esercitare il diritto di recesso senza penali entro 30 giorni a partire dal 12 ottobre 2009, dandone comunicazione a Wind mediante lettera raccomandata, con avviso di ricevimento, all’indirizzo WIND Telecomunicazioni S.p.A. – Casella Postale n. 14155 – Ufficio Postale Milano 65 – 20152 Milano MI.

Notizie su: