QR code per la pagina originale

MS10-015: una nuova versione della patch rileva il rootkit e impedisce la BSOD

,

Giorni fa avevamo segnalato il verificarsi di una serie di BSOD in seguito all’applicazione della patch MS10-015 da Windows Update; la spiacevole schermata blu si verificava a seguito dell’upgrade solo sulle macchine infettate dal TDL3 Rootkit (detto anche TDSS o Tidserv o ancora Alureon), un insidioso malware che, secondo Prevx, fin dal novembre scorso è stato oggetto di continui aggiornamenti da parte dei suoi creatori e pertanto resta tutt’oggi una grave minaccia per i sistemi Windows.

Dal Security Response Center Microsoft rende noto di aver modificato la logica di installazione della propria patch, così che sulle macchine infettate dalle vecchie versioni del malware venga rilevata l’incompatibilità e bloccato quindi l’aggiornamento con un Update Error.

Attenzione, la nuova patch non pone rimedio al rootkit ma previene solo eventuali blocchi del sistema. Qualora si riscontrasse un’infezione di questo tipo rimane consigliabile rivolgersi al servizio tecnico Microsoft.

Ironia della sorte, anche i programmatori del TDL3 Rootkit pare abbiano deciso di venire in aiuto degli utenti aggiornando tempestivamente il malware, consentendo alle sue nuove versioni di convivere finalmente con la patch di Microsoft senza causare crash del sistema.

Notizie su: