QR code per la pagina originale

Microsoft e Pegatron firmano un accordo sulle licenze Android

Microsoft ha comunicato di aver raggiunto un accordo con Pegatron sulle licenze utilizzate nei dispositivi Android e Chrome OS.

,

Nuova vittoria di Microsoft contro le piattaforme concorrenti di Google. Non si tratta però di una vittoria “sul campo”, dato che finora Windows Phone è nettamente dietro Android, ma di un accordo relativo alle licenze su tecnologie integrate nei dispositivi Androd e Chrome OS. Questa volta a cedere è stata Pegatron, ODM taiwanese che realizza prodotti per ASUS, HP e Apple.

Con questo ennesimo accordo, Microsoft riceve ora il pagamento delle royalty da quattro dei cinque principali produttori taiwanesi. L’azienda di Redmond copre ormai oltre il 70% dei dispositivi (smartphone, tablet, lettori di ebook e notebook) basati sui sistemi operativi Android e Chrome OS.

Alla fine del 2011, Microsoft ha sottoscritto un accordo sui brevetti con Compal, un altro noto ODM (Original Design Manufacturer) taiwanese, mentre l’ultima grande azienda in ordine di tempo che ha firmato un “patent agreement” è stata LG. In precedenza, la stessa sorte è toccata ad HTC, Acer, Samsung, ViewSonic e altri produttori meno noti.

Horacio Gutierrez, vice presidente del gruppo Intellectual Property di Microsoft, ha espresso la sua soddisfazione:

Siamo lieti di aver raggiunto questo accordo con Pegatron e orgogliosi del successo continuo del nostro programma di licensing adottato per risolvere le questioni relative alle proprietà intellettuali che riguardano i dispositivi Android e Chrome OS sul mercato.

Non sono noti i termini dell’accordo, ma secondo i dati di Goldman Sachs, Microsoft riceverà royalty comprese tra 3 e 6 dollari per ogni dispositivo venduto. I ricavi derivanti dalle licenze sui brevetti ammontano ad oltre 400 milioni di dollari, una cifra vicina a quella che l’azienda ottiene dalle licenze Windows Phone.

Notizie su: ,