QR code per la pagina originale

Android 4.3 Jelly Bean sul tablet ASUS K008

Ancora rumor sulla release Android 4.3 Jelly Bean, di nuovo dal Bluetooth SIG: l'aggiornamento è stato avvistato questa volta sul tablet ASUS K008.

,

Dopo l’avvistamento di ieri sul Galaxy Nexus, ecco che Android 4.3 Jelly Bean torna a far parlare di sé, nuovamente con un documento pubblicato dal Bluetooth Special Interest Group. In questo caso non si tratta di uno smartphone, bensì di un tablet identificato con il nome in codice K008: le specifiche fanno pensare a un’evoluzione del modello Nexus 7 realizzato lo scorso anno da Google in collaborazione con ASUS, anche se la sigla dell’originale (ME370T) è piuttosto diversa.

Il tablet integra uno schermo multitouch capacitivo con retroilluminazione LED da 7 pollici, facile da trasportare e in grado di offrire una fantastica esperienza multimediale ovunque. Il supporto al wireless networking assicura una connettività semplice a Internet anche senza fili.

Questa la breve descrizione del dispositivo che si legge nella scheda, di certo piuttosto generica e poco indicativa per capire di quale tablet si tratta. La parte più interessante compare però alla voce “Software Version Number”, dove è riportata la sigla JWR11, da più parti già associata al tanto chiacchierato Android 4.3 JB.

Ancora riferimenti ad Android 4.3 Jelly Bean, questa volta su un nuovo tablet ASUS (Bluetooth SIG)

Ancora riferimenti ad Android 4.3 Jelly Bean, questa volta su un nuovo tablet ASUS (Bluetooth SIG)

Con iOS 7 annunciato proprio ieri da Apple e in arrivo nel corso dell’autunno, è lecito attendersi una contromossa da parte di bigG. Nei mesi scorsi si è parlato più volte di un aggiornamento per il sistema operativo mobile di Mountain View e, accantonata l’ipotesi Key Lime Pie, si è pensato a un update minore che porterebbe la piattaforma alla release 4.3. Tra le funzionalità inedite potrebbero figurare il supporto alla tecnologia Bluetooth Low Energy utile per mettere in comunicazione due dispositivi tramite modulo BT riducendo drasticamente il consumo energetico, le librerie OpenGL ES 3.0 per il rendering grafico e un restyling per l’interfaccia dell’applicazione Fotocamera.