QR code per la pagina originale

Renault Next Two, guida autonoma e massaggi

La Next Two è l'auto del futuro per Renault: guida e parcheggio autonomo, connettività completa e realtà aumentata. Arrivo sul mercato non prima del 2020.

,

Renault ha presentato ufficialmente il prototipo di un’auto a guida autonoma, basata sulla Zoe, che la casa automobilistica francese dovrebbe portare sul mercato dal 2020. La Renault Next Two è stata progettata per consentire al guidatore di viaggiare in modo rilassato, evitando stanchezza e stress. Mentre il veicolo raggiunge la destinazione preimpostata, l’utente può compiere altre azioni, come leggere le informazioni turistiche sul display touch, effettuare una video conferenza o acquistare un biglietto online.

Le tecnologie integrate nella Renault Next Two – radar, sensori ad ultrasuoni nei paraurti, videocamere anteriori e posteriori – permettono all’automobile di viaggiare in tutta sicurezza, anche su strade molto trafficate, ad un velocità massima di 30 Km/h, ma solo se non ci sono pedoni o ciclisti e se non è richiesto un cambio di corsie. Il guidatore verrà informato di potenziali pericoli nelle vicinanze attraverso un head-up display per la realtà aumentata inserito nel cruscotto, che mostrerà anche gli avvisi relativi ai limiti di velocità.

Il sistema di infotainment prevede un ampio display touch attraverso il quale il guidatore e il passeggero avranno accesso ai diversi servizi cloud (foto, musica, email, informazioni sul traffico, informazioni turistiche, ticketing, video conferenza, ecc.). La piattaforma multimediale è open source e compatibile con Windows 8, Android, iOS e altri sistemi operativi. La connettività è garantita da un router multi-network (2G, 3G, 4G, WiFi, Bluetooth e GPS).

Renault ha sviluppato un’app per smartphone che riceve alcune informazioni dal veicolo, come la presenza di ingorghi che potrebbero provocare ritardi. Il guidatore può usare l’applicazione anche per visualizzare percorsi alternativi o le fermate più vicine del trasporto pubblico. La Next Two può cercare un parcheggio in modo autonomo. Al ritorno, l’utente non deve fare altro che “chiamare” l’auto con lo smartphone e attendere il suo arrivo.

Per un viaggio più rilassante, Renault ha sviluppato una modalità relax. I sedili smart possono effettuare un massaggio, mentre viene creata un’ambientazione multi sensoriale con luci, musica e profumi.

Fonte: Slashgear • Notizie su: ,