QR code per la pagina originale

BMW e Mercedes progettano la ricarica wireless

BMW e Mercedes uniscono le forze per sviluppare un sistema di ricarica wireless per auto elettriche e ibride, basato sull'induzione elettromagnetica.

,

Tutte le attuali auto elettriche e ibride devono essere caricate collegando un cavo alla presa di corrente. BMW e Mercedes vogliono invece semplificare l’operazione, utilizzando un sistema di ricarica wireless che sfrutta l’induzione elettromagnetica. Le due case automobilistiche tedesche hanno sottoscritto un accordo per lo sviluppo di una tecnologia standard da utilizzare indifferentemente per i propri veicoli, tra cui le BMW i3 e i8, e la Mercedes S 500 Plug in Hybrid.

Come qualsiasi dispositivo di ricarica basato sull’induzione elettromagnetica, anche il sistema progettato da BMW e Mercedes prevede due componenti: una bobina secondaria integrata nella parte inferiore dell’automobile e una bobina primaria integrata nel pavimento, ad esempio in garage. La disposizione delle bobine, e quindi la configurazione del campo generato, offrono diversi vantaggi derivanti dalla loro forma circolare: compattezza, leggerezza e “confinamento spaziale” del campo magnetico. L’energia elettrica viene trasmetta attraverso un campo magnetico alternato generato tra le due bobine, senza contatto e cavi. La potenza è pari a 3,6 kW, mentre l’efficienza di carica raggiunge il 90%.

L’obiettivo è ridurre il tempo necessario per una ricarica completa. Con 3,6 kW, le batterie ad alta tensione di molte auto ibride possono essere ricaricate in meno di tre ore. Utilizzando invece una stazione di ricarica wireless, le batterie della BMW i8 si ricaricano in meno di due ore. Per incrementare la capacità di storage nelle future auto elettriche, la tecnologia sviluppata dai due produttori tedeschi prevede la possibilità di incrementare la potenza fino a 7 kW.

Il guidatore sarà in grado di allineare perfettamente le due bobine, seguendo le indicazioni sul display di bordo. Il processo di ricarica viene attivato premendo un pulsante. Il sistema funziona anche in presenza di pioggia o neve e interromperà automaticamente la ricarica, se viene rilevata la presenza di un oggetto o di una persona. Un’app per smartphone permetterà di monitorare lo stato della carica in tempo reale.

Fonte: Slashgear • Notizie su: