QR code per la pagina originale

Apple TV: nuove conferme sui 149 dollari di prezzo

Giungono nuove conferme sul prezzo della nuova Apple TV, a 149 dollari: tra le funzioni, anche un sistema di ricerca universale dei contenuti.

,

Nuova tornata di indiscrezioni per Apple TV, probabilmente la protagonista dell’evento del prossimo 9 settembre. Giungono oggi maggiori indiscrezioni sul prezzo, ipotizzato a inizio settimana tra i 149 e i 199 dollari. Sarà proprio l’estremo più basso, così come largamente ipotizzato, quello scelto da Cupertino per proporre il set-top-box sul mercato. Molte le novità, dall’integrazione con Siri all’apertura di un App Store dedicato.

I nuovi dettagli sono stati condivisi da John Paczkowski di BuzzFeed News, portale che negli ultimi tempi ha centrato alcune delle previsioni più gustose sul mondo della mela morsicata. Secondo quanto rivelato, la nuova Apple TV sarà proposta al pubblico a 149 dollari e, oltre a Siri e a un App Store dedicato, potrà godere di una funzione davvero utile. Quella della cosiddetta “ricerca universale”, un modo per permettere al set-top-box, tramite comando vocale, di cercare titoli o contenuti non solo sui cataloghi iTunes, ma anche da altri provider come Netflix.

La ricerca universale migliorerà drammaticamente l’esperienza d’uso di Apple TV.

Il sensibile incremento di prezzo, rispetto ai 69 dollari attuali, deriva proprio delle rinnovate funzioni di cui Apple TV sarà dotata. Innanzitutto, il dispositivo sarà compatibile con Siri, l’assistente vocale che verrà attivata probabilmente da un microfono incluso nel telecomando, quest’ultimo dotato anche di pannello touch nonché di sensori di movimento per la navigazione e il gaming. Poi, Apple è finalmente pronta a rilasciare una SDK per gli sviluppatori, affinché possano fornire al pubblico varie app per l’intrattenimento in salotto. Centro nevralgico dei dispositivi connessi alla smartphone tramite HomeKit, il lancio del 9 settembre non sarà però accompagnato dall’arrivo di un pacchetto di canali in abbonamento, rimandato agli inizi del 2016 per finalizzare gli accordi con i detentori dei diritti. Non resta quindi che attendere l’appuntamento della prossima settimana, dove Apple TV è pronta a rubare la scena agli altri dispositivi molto attesi, in particolare gli iPhone 6S.