QR code per la pagina originale

Microsoft, data center alimentati dal vento

Microsoft ha annunciato un nuovo investimento nell'eolico per alimentare i suoi data center con energia rinnovabile e pulita.

,

Microsoft ha annunciato di aver stretto due nuove accordi per una fornitura di energia eolica per un quantitativo pari a 237 megawat. Trattasi del più grande investimento green della storia dell’azienda. Grazie a questi nuovi accordi, complessivamente la casa di Redmond potrà contare su ben 500 megawat di energia pulita per alimentate i suoi data center. In particolare, i data center del Cheyenne e del Wyoming potranno essere, adesso, totalmente alimentati da energia pulita diventando, così, maggiormente sostenibili.

Come noto, i data center, soprattutto per realtà come quelle di Microsoft, risultano essere particolarmente energivori e la loro alimentazione diventa spesso un problema. Grazie a questi nuovi accordi, dunque, Microsoft potrà non solo alimentare totalmente i suoi data center del Cheyenne e del Wyoming ma potrà farlo in maniera pulita senza pesare sull’ambiente. Brad Smith, President and Chief Legal Officer di Microsoft, ha evidenziato come questo nuovo investimento va nella direzione di raggiungere gli obiettivi ambientali che si è imposta la società. All’inizio di quest’anno il 44% del data center della casa di Redmond sono, infatti, già alimentati attraverso fonti di energia rinnovabili ma l’obiettivo è di arrivare al 50% entro il 2018 ed al 60% entro l’inizio del prossimo decennio.

Da evidenziare come Microsoft abbia anche sottolineato come i generatori di backup dei data center saranno anche utilizzati come una sorta di “risorsa secondaria” per la rete locale energetica della zona. Questo significa che i data center potranno contribuire alla fornitura di energia elettrica della zona in caso di forte richiesta di energia elettrica. Questo, inoltre, eviterà la necessità per le comunità locali di dover costruire una nuova centrale elettrica.

Fonte: Microsoft • Notizie su:
Commenta e partecipa alle discussioni