QR code per la pagina originale

Nintendo Switch: il prezzo sotto le 200 sterline?

Uno store online britannico ha già avviato la fase di pre-ordine per la nuova console di Nintendo: Switch è in vendita al prezzo di 198,50 sterline.

,

Rimangono alcuni dubbi da sciogliere in merito a Nintendo Switch. L’annuncio del mese scorso ha svelato il design della console, la sua natura ibrida, la configurazione modulare dei controller in dotazione e alcuni dei primi giochi che saranno disponibili sul mercato, ma ancora mancano conferme ufficiali su caratteristiche non di certo secondarie come la presenza o meno di un pannello touchscreen e soprattutto sul prezzo di lancio.

Rumor e indiscrezioni a parte, oggi si segnala il primo store online che ha avviato la fase di pre-ordine, accettando le prenotazioni del prodotto con largo anticipo. Si tratta del negozio britannico GameSeek, che ha messo in vendita Switch a 198,50 sterline, circa 233 euro al cambio. Un esborso economico piuttosto contenuto, se dovesse trattarsi di quello definitivo, soprattutto se si considera la particolare natura della piattaforma, che alcune illustri voci dell’ambito gaming hanno già definito rivoluzionaria e capace di definire nuovi standard all’interno di un mercato videoludico oggi quasi monopolizzato dall’accoppiata Sony-Microsoft.

Se ne saprà di più il 13 gennaio, in occasione dell’evento organizzato a Tokyo da Nintendo, in cui saranno forniti ulteriori dettagli in merito alla console, in vista del lancio fissato per il mese di marzo. Sarà interessante conoscere la strategia messa in campo dalla grande N per tornare a giocare un ruolo da protagonista, dopo la parentesi non troppo felice di Wii U. Sarà essenziale garantisti un adeguato supporto da parte delle software house di terze parti: da questo punto di vista, la strada intrapresa sembra essere quella giusta, poiché dal primo trailer pubblicato (visibile in streaming qui sopra) si possono osservare spezzoni di gameplay appartenenti a produzioni importanti come Skyrim (Bethesda) e NBA 2K (2K Games). A questi si aggiungeranno ovviamente brand storici dell’azienda nipponica come Super Mario e Zelda.

Commenta e partecipa alle discussioni