QR code per la pagina originale

MWC 2017: Wiko WIM, WIM Lite, Upulse e Upulse Lite

Al Mobile World Congress 2017 di Barcellona, Wiko annuncia gli smartphone Wiko WIM, WIM Lite, Upulse e Upulse Lite con Android Nougat.

,

Al Mobile World Congress 2017 di Barcellona, Wiko ha annunciato la sua nuova linea di smartphone ed una nuova serie di accessori. Per quanto riguarda il settore mobile, il produttore francese ha annunciato gli smartphone Wiko WIM, WIM Lite, Upulse e Upulse Lite.

Wiko WIM

Trattasi del nuovo top di gamma con un comparto fotografico per risultati professionali e per un’esperienza video senza precedenti. La scheda tecnica vede la presenza di un display generoso da 5,5 pollici Full HD con tecnologia AMOLED. Cuore pulsante di questo interessante prodotto il processore Qualcomm Snapdragon 626 con 4 GB di memoria RAM e 64 GB di flash storage. Memoria interna espandibile attraverso le normali memorie microSD.

Molto curato anche il comparto multimediale di Wiko WIM, grazie alla presenza di una doppia fotocamera posteriore da 13MP con apertura f/2.0. Frontalmente, invece, spicca un sensore da 16MP per i selfie. Non mancano tutti quei sensori e supporti oggi immancabili come 4G LTE Categoria 6, NFC, HD Voice, VoLTE, VoWiFi, sensore per le impronte e GPS. La batteria da 3.200 mAh con ricarica rapida dovrebbe offrire una buona autonomia d’uso. Disponibile con Android 7.0 Nougat al prezzo di 399,99 euro a partire da giugno 2017.

Wiko WIM Lite

Trattasi di una proposta più compatta e si caratterizza per un display da 5 pollici Full HD abbinato al processore Qualcomm Snapdragon 435 con 3GB di RAM e 16GB di memoria flash. Posteriormente spicca una fotocamera da 13MP, mentre per i selfie, davanti, è presente un sensore da 16MP. Non manca nemmeno un sensore per le impronte digitali e tutti i supporti oggi immancabili per un prodotto del genere. Batteria da 3.000 mAh, Android 7.0 Nougat e 249,99 euro a partire dal prossimo giugno.

Wiko Upulse

Trattasi di un prodotto concreto che si caratterizza per un display da 5.5 pollici HD, processore Quad-Core da 1.3 GHz, con 3GB di RAM , 32/64GB di flash storage, fotocamera posteriore da 13 MP e fotocamera anteriore da 8 MP con Selfie Flash e filtri live. Android 7.0, Nougat, supporto 4G LTE e 199,99 euro da giugno.

Wiko Upulse Lite

Si tratta di una versione più piccola del precedente modello con display da 5.2 pollici HD, 16GB di memoria flash e 3GB di memoria RAM. 179,99 euro da giugno 2017.

Intervista a Petra Ventura, Head of Marketing and Communication, Southern Europe di Wiko

Wiko WIM è l’evoluzione della linea UFeel, che si è contraddistinta per l’aggiunta del riconoscimento selettivo delle impronte digitali, con l’identificazione di un massimo pari a cinque dita differenti. Abbiamo compiuto un passo in avanti con l’introduzione di UPulse e UPulse Lite, due dispositivi che si vanno a collocare nello stesso segmento di prezzo, rispettivamente 199 euro e 179 euro, ma con una qualità costruttiva superiore, come si vede dall’impiego dell’alluminio spazzolato. Inoltre il sensore per le impronte è stato spostato sul retro.

Rispetto a un anno fa, con la stessa spesa offriamo smartphone con una diagonale maggiore, risoluzione Full HD, corpo in alluminio e memoria interna raddoppiata a 32 GB. Inoltre entrambi hanno 3 GB di RAM. Arriveranno nelle colorazioni rosa, antracite e argento, tutti con vetro 2.5D e molto leggeri, nonostante l’uso dell’alluminio.

Come li proporrete al mercato?

Chi sceglie Wiko sa di non rinunciare alla qualità costruttiva e al carattere del brand. Non è un’esperienza d’acquisto penalizzante perché si spende poco.

L’interfaccia rimane la stessa?

Continuiamo a sviluppare la nostra interfaccia e sono state introdotte piccole modifiche. Abbiamo aggiunto la modalità Kids per bloccare determinate applicazioni e suggerirne altre in base all’età, così come la Smart Left Page che con uno swipe permette di accedere a tutti i contatti frequenti, alle notizie, al meteo e alle app preferite.

È stato poi fatto un lavoro approfondito sulla UI che si relaziona con le cover. Nel caso del WIM Lite, ad esempio, non viene più mostrata solo una finestra di notifica ma si ha completo accesso a impostazioni, lettore musicale, fotocamera, rubrica e altro ancora. Si tratta di una personalizzazione che interagisce esclusivamente con l’accessorio originale Wiko.

Altre novità in fatto di accessori?

Abbiamo ridotto le dimensioni dello schermo del WiMATE che diventa WiMATE Lite, un activity tracker con un LED in movimento che si colora a seconda della notifica da mostrare. È inclusa anche la vibrazione e si tratta di un dispositivo resistente all’acqua: ci si può immergere fino alla pressione di 3 atmosfere. L’autonomia della batteria arriva a sei mesi. Il prezzo sarà all’incirca di 49 euro.

La versione Premium di WiMATE offre invece modulo GPS, cardiofrequenzimetro attivo 24 ore al giorno, 4 GB di memoria interna, lettore musicale e schermo AMOLED a 16,4 milioni di colori. Anche in questo caso è waterproof fino a tre atmosfere e offre la possibilità di cambiare il cinturino.

Inoltre c’è un’applicazione sviluppata ad hoc da noi, disponibile per Android e iOS. Chi lo desidera può sincronizzare i dati con Apple HealthKit e Google Fit. In questo caso il prezzo si aggira intorno ai 169 euro.

Infine c’è una novità anche nel comparto audio, nel quale abbiamo presentato una linea di auricolari wirelessTrue Wireless WiSHAKE – con un’autonomia pari a dieci ore e power bank dedicato da 400 mAh. Integrano inoltre il supporto ai comandi vocali di Google. Il prezzo è di 79 euro e arriveranno verso giugno.

Sappiamo che Wiko realizza i propri prodotti in Cina. Anche il vostro design nasce lì?

No. A Marsiglia, all’interno del Wiko Design Studio, un team si occupa esclusivamente di design e interfaccia, anche attraverso collaborazioni come quelle messe in campo quest’anno con realtà di terze parti per l’integrazione di applicazioni e contenuti negli smartphone. La produzione avviene poi in Cina.