Speciale FIFA 14, il calcio secondo EA Sports

FIFA 14

FIFA 14, il calcio virtuale

FIFA 14 è la nuova simulazione calcistica sviluppata da EA Sports, disponibile a partire da fine settembre su PC e console, anche per le piattaforme next-gen PlayStation 4 e Xbox One. Si tratta del 21esimo capitolo della serie sportiva, che oltre a formazioni aggiornate e modalità inedite introduce migliorie per quanto riguarda il gamapley, in particolare relative alla fisica del pallone e alla tecnologia Pure Shot, che assicura un comportamento più realistico degli atleti in fase di tiro. Sulle console Sony e Microsoft di nuova generazione è inoltre presente l'engine Ignite, messo a punto con l'obiettivo di garantire una qualità senza precedenti. Il titolo concorrente, come accade ogni anno, è PES 2014.

Di

FIFA 14 è la simulazione calcistica sviluppata da EA Sports e pubblicata da Electronic Arts, un titolo videoludico dedicato agli amanti di quello che in molti definiscono “lo sport più bello del mondo”. Si tratta del 21esimo capitolo della serie inaugurata nell’ormai lontano 1993-94, che offre la possibilità di cimentarsi con squadre, coppe e campionati di tutto il mondo.

Quando esce FIFA 14?

Come ogni anno, anche in questo 2013 l’arrivo nei negozi del titolo è fissato per l’inizio dell’autunno, a qualche settimana di distanza dall’avvio del campionato italiano. Più precisamente, FIFA 14 sarà disponibile a partire da giovedì 26 settembre su PC e per tutte le maggiori console attualmente in commercio, ad eccezione di Wii U.

Quanto costa?

Il prezzo di FIFA 14 è in linea con quello degli altri titoli videoludici al loro debutto: 69,90 euro nelle versioni destinate alle console e 59,90 euro su PC, ovviamente per quanto riguarda le standard edition. Chi invece vuole mettere le mani su una delle speciali steelbox o acquistare un’edizione con contenuti aggiuntivi deve mettere mano al portafogli e affrontare una spesa superiore. Eccole elencate di seguito: si ricorda che alcune di queste sono disponibili esclusivamente durante la fase di pre-ordine, dunque prima dell’uscita sul mercato.

  • FIFA 14: contiene solamente il disco del gioco;
  • FIFA 14 Adidas Edition: contiene il disco del gioco, l’Adidas All-Star Team con il testimonial Lionel Messi e Gareth Bale, due paia di scarpini esclusivi, due palloni e quattro pacchetti oro per la modalità Ultimate Team;
  • FIFA 14 Edizione Esultanze: contiene il disco del gioco, tre nuove esultanze e quattro pacchetti oro per la modalità Ultimate Team;
  • FIFA 14 Edizione Maglie Storiche: contiene il disco del gioco, una vasta selezione di maglie storiche scelte tra quelle di alcuni top club da tutto il mondo e quattro pacchetti oro per la modalità Ultimate Team;
  • FIFA 14 Ultimate Edition: contiene il disco del gioco, 24 pacchetti oro per la modalità Ultimate Team, oggetti sbloccabili EA Sports Football Club e uno steelbook;
  • FIFA 14 Limited Edition (disponibile fino al primo agosto): contiene il disco del gioco, 24 pacchetti oro premium per la modalità Ultimate Team, oggetti sbloccabili EA Sports Football Club e uno steelbook;
  • FIFA 14 Collector’s Edition: contiene il disco del gioco, 24 pacchetti oro per la modalità Ultimate Team, pallone Adidas EA Sports Glider in edizione speciale, oggetti sbloccabili EA Sports Football Club e uno steelbook.

Per PC o console?

Entrambe. Come sempre, EA Sports ha scelto di sviluppare la propria simulazione calcistica sia per computer con sistema operativo Windows che sulla maggior parte delle console in commercio. FIFA 14 debutterà su PlayStation 3, Xbox 360, PSP, PS Vita, Wii e 3DS. Il titolo mancherà invece l’appuntamento con Wii U, mentre sono previste versioni ottimizzate per dispositivi mobile Android e iOS, caratterizzate da un sistema di controllo adattato ai display touchscreen e dalla formula free-to-play.

Anche su PS4 e Xbox One?

Sì, FIFA 14 (a differenza del concorrente Pro Evolution Soccer 2014) sarà disponibile anche sulle console next-gen di Sony e Microsoft. In questo caso la data d’esordio coincide con quella delle due piattaforme, dunque entro la fine dell’anno. Le versioni del titolo destinate a PlayStation 4 e Xbox One beneficeranno del nuovissimo engine Ignite, messo a punto appositamente dalla software house per sfruttarne al meglio le potenzialità hardware.

FIFA 14 su smartphone e tablet?

È prevista la distribuzione del titolo anche su smartphone e tablet equipaggiati con sistema operativo Android o iOS. A differenza di quanto avvenuto negli anni scorsi, Electronic Arts ha scelto di puntare sulla formula free-to-play, ovvero di mettere il gioco a disposizione per il download senza richiedere alcuna spesa agli utenti, per poi spingerli ad acquistare contenuti in-app mediante la formula delle microtransazioni. L’intenzione è quella di conquistare il più ampio numero possibile di appassionati, confermando così la propria leadership nell’ambito calcistico anche all’interno dell’universo mobile.

Queste particolari versioni sono caratterizzate da un sistema di controllo sviluppato appositamente per sfruttare al meglio i display touchscreen. Anziché limitarsi a proporre come accaduto in passato un pad e pulsanti virtuali, è possibile eseguire passaggi, tiri o scatti scorrendo un dito sullo schermo nella direzione desiderata. Un significativo passo in avanti, chiesto a gran voce dai giocatori.

Cos’è l’engine Ignite?

L’engine Ignite è il motore sviluppato da EA Sports per le edizioni next-gen di FIFA 14. Si tratta di un motore in grado di sfruttare al meglio le potenzialità di calcolo offerte dall’hardware di PS4 e Xbox One, in modo da offrire un impatto grafico senza precedenti. Texture dettagliate e modelli poligonali più fcomplessi rispetto al passato, insieme ad animazioni realistiche, contribuiranno a rendere il titolo la simulazione calcistica più avanzata nella storia dei videogiochi. La tecnologia gestirà inoltre il comparto fisico dei match, assicurando un comportamento simile alla realtà degli atleti in campo. Un’altra novità importante legata alla tecnologia riguarda gli stadi, finalmente vivi e pulsanti come nella realtà, popolati da tifosi realizzati in tre dimensioni che reagiscono dinamicamente a quanto avviene sul terreno di gioco. Purtroppo per l’utenza PC, quest’anno il motore non sarà integrato nella versione Windows del titolo.

Ci sono altre novità?

Molte. EA Sports ha deciso di non puntare solamente sulle piattaforme next-gen, ma anche di migliorare un titolo già di per sé piuttosto ricco e completo su computer e console di “vecchia” generazione. Tra le novità annunciate c’è ad esempio l’approdo delle Leggende in FIFA Ultimate Team (solo su Xbox 360 e Xbox One), ovvero la modalità in cui è possibile costruire la propria squadra personalizzata attraverso un sistema di carte collezionabili. Queste sono rappresentate da alcuni dei calciatori più celebri della storia, tra cui figurano alcune vecchie conoscenze del campionato italiano come Dennis Bergkamp, Oliver Bierhoff, Filippo Inzaghi, Frank Rijkaard, Patrick Kluivert, Fabio Cannavaro, Rui Costa, Andriy Shevchenko, Hernán Crespo, Marco van Basten, Marcel Desailly, Paolo Maldini, Edwin van der Sar, Lothar Matthäus, Patrick Vieira, Christian Vieri, Ruud Gullit, George Weah e Gianfranco Zola.

FIFA 14 introduce poi le Stagioni co-op, un’inedita modalità online grazie alla quale sarà possibile affrontare sfide classificate in Rete in compagnia di un amico. Dalla decima alla prima divisione, proprio come avviene per le classiche Stagioni in solitaria, ma con la possibilità di affrontare la scalata fianco a fianco con un compagno in carne ed ossa.

Ancora, la software house ha acquisito le licenze necessarie per proporre due tornei sudamericani: la lega cilena (o Campeonato Nacional de Primera División del Fútbol Profesional) e 19 squadre del campionato brasiliano (o Confederação Brasileira de Futebol). In questo modo il database del titolo sale a 33 leghe di tutto il mondo, con un totale di 600 club e oltre 16.000 calciatori.

Cosa cambia in campo?

Le novità offerte dal titolo non si limitano a un aggiornamento delle formazioni in conseguenza ai trasferimenti di calciomercato o all’introduzione delle divise per la stagione 2013-14. Ci sono anche miglioramenti significativi per quanto riguarda la fisica della palla. Scagliando la sfera verso la porta avversaria, ad esempio, è possibile vederla prendere traiettorie imprevedibili, proprio come accade nella realtà. Calciare di collo pieno, d’esterno o a giro con l’interno del piede causerà un differente comportamento del pallone, a seconda dell’attrito generato con l’aria.

Ancora, la tecnologia Pure Shot va a migliorare il comportamento degli atleti in fase di tiro. A seconda del loro piede preferito, gli ultimi passi prima di impattare la palla vengono effettuati in modo da essere perfettamente coordinati. Questo rende la parte finale delle azioni maggiormente realistica rispetto a quanto visto nei passati titoli della serie.

FIFA 14 o PES 2014?

La domanda è quella che ogni anno si pongono milioni di videogiocatori. Lo scontro fra le due simulazioni calcistiche, FIFA 14 e PES 2014, va avanti ormai da oltre un decennio ed è destinato a durare finché EA Sports e Konami proseguiranno nello sviluppo. Ogni titolo può contare su uno zoccolo duro di utenti fedeli, pronti a difendere FIFA o Pro Evolution Soccer a spada tratta, elogiandone i pregi e mettendo in luce i difetti del concorrente. I freddi numeri, quelli che arrivano dalle statistiche di vendita, nelle ultime stagioni hanno premiato la serie pubblicata da Electronic Arts, dopo un lungo periodo di dominio da parte del brand giapponese. Merito di un miglioramento costante e di un gameplay che ha sputo evolversi di anno in anno fino a raggiungere il risultato odierno.

Galleria di immagini: FIFA 14, le immagini

A questo giro la scelta sarà obbligata per chi deciderà di acquistare una console next-gen: PES 2014 non verrà distribuito su PlayStation 4 e Xbox One, almeno per il 2013. Su PC e per quanto riguarda le altre piattaforme spetta invece al singolo giocatore decidere, in base ai propri gusti personali. Come sempre, si consiglia di provare le rispettive demo prima di mettere mano al portafogli.

Chi è il volto di FIFA 14?

Anche quest’anno il testimonial internazionale del titolo è il campione argentino Lionel Messi, quattro volte vincitore del pallone d’oro. In ogni paese il titolo viene poi commercializzato con una copertina che affianca al fuoriclasse del Barcellona un volto noto del campionato locale. Per quanto riguarda l’Italia è stato scelto Stephan El Sharaawy, giovane attaccante in forza al Milan.

Quando esce la demo?

L’uscita della demo di FIFA 14 è fissata per il 10 settembre, in download gratuito su PC, PlayStation 3 e Xbox 360. Il pacchetto consente di testare in prima persona alcune delle novità introdotte, con un paio di settimane di anticipo rispetto all’arrivo nei negozi della versione completa, per poi decidere in piena consapevolezza se effettuare l’acquisto della versione completa.