QR code per la pagina originale

Per Yahoo! l’informazione è una sola

Yahoo! scommette ulteriormente sui blog. A partire da oggi la sezione 'news' del portale proporrà fianco a fianco news e blog, il tutto nella convinzione che la blogosfera costituisca un naturale complemento all'informazione ufficiale tradizionale

,

Nelle ultime ore Yahoo! ha iniziato a pubblicare le notizie provenienti dai blog mettendole nello stesso calderone delle notizie provenienti da fonti giornalistiche. La scelta di Yahoo!, oltre ad essere fondamentalmente contraria a quanto posto in essere da Google (due distinti motori sono predisposti per testate giornalistiche e blog, e le prime assumono maggior rilevanza all’interno dell’indice), costituisce una scelta di principio fondamentale che ben esplica le scelte operate dal gruppo in ambito RSS.

Così Reuters in proposito: «l’iniziativa si colloca nell’acceso dibattito tra i media tradizionali che vogliono mantenere lo stretto controllo del mercato dell’informazione e coloro che sostengono la necessità di non sottovalutare il lavoro dei “giornalisti cittadini”. […] Yahoo ha affermato che la mossa di combinare le news pubblicate da professionisti e i commenti della gente comune promette di arricchire le fonti delle informazioni e sugli eventi di attualità».

Joff Redfern, product director di Yahoo Search, avrebbe voluto così promuovere l’attività dei blog come un importante complemento all’informazione tradizionale: «i media tradizionali non hanno il tempo e le risorse per coprire tutte le storie», di qui l’utilità di una commistione delle news con quanto proveniente dalla blogosfera. Il tutto verrà messo a punto dividendo le due sezioni e presentandole affiancate: «da una parte le news da 6.500 fonti tradizionali e dall’altra centinaia di link a blog».

Nel progetto rientra anche il neo-acquisito Flickr: il servizio offrirà infatti anche immagini ordinate nella galleria dall’utenza responsabile dell’upload. L’idea, in piena linea con le direttive proprie del cosiddetto Web 2.0, contribuisce a lanciare Yahoo! nel settore e suggerisce la possibilità di una fecondazione reciproca con il servizio (appena lanciato) di Yahoo Podcast.