QR code per la pagina originale

Cross Over Mac: così il Mac diventa un pc

Il primo dogma a crollare è l'avere Windows che gira regolarmente su un Macintosh. Ora le applicazioni ideate per Windows potranno girare su Mac addirittura senza Windows, semplicemente grazie a Cross Over Mac. L'applicazione è al momento in alpha test

,

Cross Over Mac è il nome di una nuova applicazione in grado di stravolgere ulteriormente i rapporti tra Mac e Pc, tra Microsoft ed Apple. Dopo il passaggio di Apple a Intel molto è cambiato: avere Windows su un Macintosh è diventata cosa possibile ed oggi un nuovo passo viene fatto nella stessa direzione. Con Cross Over Mac, infatti, sarà possibile far girare su Mac OS X applicazioni nate per girare su Windows.

Il programma è prodotto da CodeWeavers. Il prezzo è stimato a 59.95$ per ogni copia (prezzi a parte per licenze studenti o per altre offerte) ed il tutto sarà disponibile a partire da fine luglio circa. Nessuna licenza Windows sarà richiesta ed i programmi nati per il mondo Microsoft potranno essere installati e adoperati senza alcun problema avendo a disposizione semplicemente una licenza Mac OS X ed un Macintosh di nuova generazione basato su Intel.

Macworld sottolinea come siano al momento due le alternative al nascente Cross Over Mac: «Boot Camp, software realizzato dalla Apple e per ora in fase di beta, permette di riavviare un Mac sotto Windows. Parallels Desktop è un’utility di “virtualizzazione” che permette di far girare Windows e applicazioni Windows all’interno di OS X».

Il prodotto è al momento in alpha test (per questo motivo un’uscita estiva appare quantomeno precoce) e l’applicabilità è tutta da verificare. L’importanza della novità è però evidente in quanto aggiunge nuove opportunità all’utenza Apple estendendo il raggio d’azione di quello che è il mondo del “think different” di Cupertino.