QR code per la pagina originale

Parla.it si apre al SIP ma non ai consumer

,

Parla.it in queste ore ha reso nota la propria offerta business/consumer mirata a “risollevare” l’ex società made in france. Non mi soffermero’ molto sull’offerta commerciale, ma bensi su quella tecnica: facendo un passo indietro Parla.it ha sempre offerto chiamate illimitate verso tutte le direttrici fisse italiane (e/o internazionali fisse) con pero’ l’obbligo del noleggio del router Sagem Fast 300 brandizzato parla.it.

Questa soluzione rappresenta un arma a doppio taglio: da una parte si è sicuri che il prodotto sia di facile utilizzo anche per chi si avvicina al voip per la prima volta, ma dall’altra rappresenta una forte limitazione per gli utenti piu “evoluti” che devono sottostare alle impostazione standard – non sempre tali – ad esempio per la propria rete LAN.

Il protocollo utilizzato da Parla.it è H.323, quindi non si parla del classico e testato SIP, è quindi impossibile utilizzare hardware diverso anche avendo a disposizione eventuali dati di autenticazione.

Pochi mesi fa Parla.it aveva annunciato di voler migrare la propria struttura allo standard SIP e permettere all’utente di scegliere quale apparato usare e come configurarlo.

Tornando ad oggi, la nuova offerta Parla.it prevede sempre il comodato d’uso del v-box per quanto riguarda gli utenti consumer, mentre per i business è previsto un router SIP personalizzabile a seconda delle esigenze.

Pare pero’ che la società sia intenzionata a procedere in questa direzione rendendo disponibile un router sip anche agli utenti consumer, quindi è solo questione di tempo per rendere (finalmente) accessibile a tutti gli utenti piu avanzati l’offerta Parla.it.

Da notare l’esistenza di una flat verso la cina, con relative pagine di descrizione in cinese, una scelta abbastanza curiosa e per ora intrapresa solo da Parla.it.