QR code per la pagina originale

Google Apps gratis in Ruanda e in Kenya

Google stringe una nuova partnership con il governo del Ruanda e con il Kenya Education Network in Nairobi. Lo scopo è quello di fornire strumenti di comunicazione gratuiti alle istituzioni ed agli studenti dei due paesi africani

,

Secondo quanto indicato da un annuncio pubblicato sul blog di Google, decine di migliaia di studenti universitari in Ruanda e in Kenya potranno a breve usufruire della suite Google Apps (una raccolta di strumenti di comunicazione e collaborazione messi a disposizione dal noto motore di ricerca) a titolo gratuito. Simile risultato è stato possibile grazie all’accordo che Google ha stretto con il ministero delle infrastrutture del Ruanda e con il Kenya Education Network di Nairobi.

Le tre università del Ruanda (la National University di Ruanda, il Kigali Institute for Education e il Kigali Institute for Science e Tecnology) avranno accesso alla Google Apps Education Edition, coinvolgendo nel progetto circa 20.000 studenti. I ministeri del governo utilizzeranno invece Google Apps Standard Edition.
L’università di Nairobi, che conta 50.000 studenti, sarà la prima ad utilizzare in Kenya Google Apps for Education e i servizi saranno nel tempo estesi ad altri 150.000 studenti dislocati nelle diverse università del paese.

Shona Brown, Senior Vice President of Business Operations di Google ha dichiarato: «Google ha una semplice ambizione: aiutare ad organizzare l’informazione nel mondo, rendendola accessibile ed efficace in maniera universale. Per noi, l’universalità è cruciale perchè crediamo che tutti dovrebbero aver accesso agli stessi servizi – ovunque questi vivano, qualunque sia il loro linguaggio e il loro reddito. Sono felice di aver firmato questo accordo e aspettiamo con impazienza di lavorare con altri governi dell’Africa per far si che i servizi che possano migliorare la vita, come le e-mail gratuite, i programmi di messaggistica istantanea e le chiamate telefoniche tra PC siano disponibili in Africa su vasta scala».