QR code per la pagina originale

Storia Apple: la seconda generazione di iBook

,

Nel maggio del 2001, a qualche mese dal lancio di iPod che ne riprenderà il design, fu presentato il nuovissimo iBook.

Esteticamente somigliava molto al PowerBook G4 appena rilasciato: aveva un case (disponibile solo nel colore Snow, bianco laccato) molto più sottile e pesava un Kg in meno del modello precedente.

Includeva un processore G3 a 500Mhz, più RAM, hard disk nell’ordine dei 15-20GB, un’uscita video VGA, altoparlanti stereo e uno schermo da 12.1″ ad alta risoluzione (allora 1024×768).

La vecchia famiglia di iBook a conchiglia scomparve definitivamente.

Il nuovo iBook fu commercializzato in quattro configurazioni:

  • la più economica era dotata di un drive capace di leggere solo CD;
  • un’altra poteva leggere i CD e DVD;
  • poi era disponibile online un modello in grado di masterizzare i CD;
  • infine era disponibile, primo tra i Mac, un modello dotato di drive Combo, in grado di leggere CD e DVD e masterizzare CD.

I prezzi andavano da 1299 dollari a 1799 dollari.

Questi modelli furono lanciati da un bellissimo spot che chiariva l’idea di “Mac (portatile) al centro della vita digitale” con un iBook circondato da varie periferiche ruotanti.

Lo spot terminava con la frase “The new iBook: would you like that to go?”

A fine anno tutti e quattro i modelli furono aggiornati, ma la grossa novità arrivò qualche mese dopo.

Nel gennaio del 2002, infatti, fu rilasciato un nuovo iBook con un monitor da 14,1″; il primo portatile di fascia consumer con uno schermo così grande.

Il nuovo modello aveva un processore a 600MHz, 256MB di RAM, 20GB di hard disk e un Combo drive. Era venduto a 1799 dollari.

Altri aggiornamenti si susseguirono in maniera piuttosto regolare e senza grosse innovazioni fino all’inizio del 2003.

Il prezzo dei vari modelli andava dai 999 ai 1499 dollari a seconda della configurazione.

Entro la fine del 2003, però, sarebbe arrivata la svolta. Era, infatti, arrivato il momento di introdurre il potente PowerPC G4 anche nei portatili consumer.

Video:Apple Watch Series 4: più attivi, sani, connessi