QR code per la pagina originale

Il Nokia N95 uscirà castrato nel Regno Unito

Vodafone e Orange hanno annunciato che le loro versioni brandizzate del telefono Nokia inibiranno le funzionalità VoIP integrate. Così facendo il telefono risulta castrato di funzioni importanti, ripristinabili tramite un intervento sul firmware

,

Il Nokia N95 è uno degli oggetti tecnologici più attesi e desiderati dell’ultimo anno. Annunciato lo scorso settembre, da subito si è posto come l’apparecchio telefonico mobile più completo disponibile sul mercato (dotato di GPS, WiFi, camera da 5 Megapixel). Eppure, nonostante cotanta bontà tecnologica sia il suo fascino maggiore, alcuni operatori intendono inibirne alcune funzioni. Arriva dal Regno Unito notizia per cui nel paese della regina il super-telefono della Nokia nelle versioni brandizzate da Orange e Vodafone non potrà eseguire le telefonate in VoIP.

La motivazione di una simile “mutilazione” sembra essere di ordine economico (anche perchè, nonostante le richieste, i provider in questione hanno rinunciato a fornire altre spiegazioni). La volontà a quanto è pare è quella di impedire le telefonate a basso costo attraverso altri operatori.

Nokia N95

Tecnicamente quel che accade è che applicazioni integrate nel telefono, come Truphone, non funzioneranno (VoIPBlog riporta un video che illustra bene in cosa consista la menomazione); invece altre applicazioni aventi stesso scopo (ma meno integrate) come l’ottimo Fring saranno utilizzabili, ma a scapito della user experience promessa. Una simile operazione, oltre ad essere perfettamente legale, è anche abbastanza comune: già in passato gli operatori hanno tentato di limitare le funzioni di un telefono per massimizzare i profitti e in America operatori come Cingular da tempo inibiscono le funzioni WiFi di alcuni telefoni.

I blog specializzati sono immediatamente insorti sulla questione ed hanno comunque ricordato a tutti che sostituendo il firmware del telefono con uno no-brand (sempre della Nokia), è possibile liberare facilmente l’apparecchio da qualsiasi costrizione imposta dal provider di telefonia. Tale procedura, però, nonostante la sua sufficiente semplicità, per molti utenti non è propriamente all’ordine del giorno.