QR code per la pagina originale

The Arcade: un occhio mensile su giochi freeware

,

Seguo sempre con piacere la versione mensile di “The Arcade”, un ottimo roundup di giochi freeware per palmari e smartphone pubblicato da Just Another Mobile Monday.

Con il permesso dell’autore, riporto per i non anglofoni un breve riassunto in italiano della versione di Aprile.

Chess: Il gioco degli scacchi è tra i più vecchi e ben conosciuti giochi da tavolo del mondo, risalente a ben prima del 15° secolo. Ne esistono versioni per tutti i sistemi operativi, dall’MS Dos a Windows Vista, passando per MAC OS X.

Ci sono anche molte versioni per PocketPC, ma sono rimasto estremamente impressionato da quella freeware realizzata da Valentin Iliescu. Quattro sono le modalità di gioco previste: contro il computer, localmente contro un’altra persona, via rete appoggiandosi su un chess web service e via internet contro uno dei vostri contatti MSN.

Quando è il computer a fare da avversario, si possono scegliere sei diversi livelli di difficoltà. Inoltre è possibile personalizzare l’aspetto della scacchiera e dei pezzi da gioco.

Disponibile per PocketPC, Smartphone e Windows Desktop. Richiede il Microsoft .Net Compact Framework.

TangCode Jumble: Questo gioco è composto da una scacchiera divisa in caselle, con un solo spazio vuoto. Occorre far scorrere i pezzi fino a ricomporre l’immagine.

Viene fornito un solo disegno da ordinare, dato che il programma prevede la possibilità di caricare le immagini direttamente dal proprio device. Ho però avuto problemi nel farlo, in quanto alcuni formati grafici non venivano riconosciuti correttamente e quelli che sono riuscito a caricare non erano ben dimensionati alla scacchiera.

Tre diversi livelli di difficoltà, ognuno dei quali presenta un sempre maggior numero di tessere. Si parte dal livello facile, dove ne sono presenti 16, fino ad arrivare a quello difficile, con ben 64 finestrelle. In più, il gioco tiene traccia dei tempi e dei movimenti impiegati per risolvere il puzzle, in modo da controllare i proprio progressi.

Leo’s Flight Simulator: Senza aver bisogno di un grande schermo, un joystick o complessi comandi da tastiera, Leo ha realizzato un simulatore di volo anche per piattaforma PocketPC.

Come per ogni simulatore, bisogna controllare leve, bottoni, indicatori e tutto quello che si può trovare all’interno della cabina di un aeroplano. Sono disponibili molti modelli di apparecchi, da quello classico a propellente fino all’ultramoderno jet militare. L’esperienza di volo può essere arricchita dalla scelta della città sopra la quale volare, New York o San Francisco.

Sicuramente il miglior freeware a cui abbia mai giocato: sarei stato ben disposto a pagare per l’acquisto di un software come questo, con un’incredibile grafica 3D e molte opzioni disponibili.

MooreGames: Si potrebbe scrivere un intero articolo solo su questo titolo, che non è composto da un solo gioco, ma bensì da 13 classici raggruppati assieme, tra cui: Forza 4, Solitario, Campo minato, Reversi, Tic-Tac-Toe, Memory, Il gico dell’impiccato e molti altri.

Una scelta per tutti i gusti, che non vi lascerà mai a corto di qualcosa con cui divertirvi. Sono presenti inoltre 5 titoli che possono essere giocati da 2 giocatori simultaneamente.

Anche se la grafica non è bellissima, c’è tutto il gusto di quei grandi classici conosciuti e amati da ognuno. Ideale per passare quale minuto di tempo libero tra un appuntamento e una riunione.

Richiede il Microsoft .Net Compact Framework.

Shift Left: gioco di carte, realizzato dalla SK Software. In esso, le 52 carte possono essere impegnate sia per un solitario, sia giocando contro un altro avversario.

Nella versione solitario, 4 carte vengono scoperte all’inizio del match e le altre restano nel mazzo. Scopo del gioco è di far sparire dal tavolo tutte le carte spostandole verso sinistra, grazie al verificarsi di determinate condizioni, come la vicinanza ad un’altra carta con lo stesso seme o valore.

Nella versione per due giocatori la logica rimane simile e vengono assegnati dei punti ad ogni mossa. Vince chi ha totalizzato il maggior numero di punti quando non ci sono più spostamenti da fare.

Come varianti al gioco di base c’è la modalità “patiente” (si parte con una solo carta invece che quattro) e quella “All Card” (si parte con tutte le carte). In aggiunta, si possono personalizzare lo sfondo del dorso della carta e il colore del tavolo.

Pur trovando Shift Left un gioco divertente, non è riuscito a catturare la mia attenzione per molto tempo, come invece hanno saputo fare altri solitari e giochi di carte freeware che ho provato, inclusi altri prodotti dalla stessa SK Software.

Grazie a Doug Goldring.