QR code per la pagina originale

Intel svela il Moblin Project

Intel ha lanciato il 'Mobile and Internet Linux Project', volto a creare componenti basati su Linux e pensati per i dispositivi mobili ed aperto al contributo di chiunque sia interessato a partecipare al loro sviluppo

,

Intel ha tolto i veli ad un ambizioso progetto volto a sviluppare software open source per dispositivi mobili. Il sito Moblin.org ospita infatti il ‘Mobile and Internet Linux Project‘ che si pone l’obiettivo di far convergere al suo interno progetti avente lo scopo comune di creare componenti open source per apparecchi basati su architettura Intel.

Moblin.org

Intel spera che il Moblin Project possa servire da punto di integrazione per numerosi sotto-progetti, alcuni dei quali sono già in corso di sviluppo, come il “Moblin Image Creator”, uno strumento realizzato per rendere più semplice lo sviluppo di applicativi per il mobile. Non mancano inoltre componenti volti ad ottimizzare il consumo energetico di Linux, a migliorare l’interfaccia utente, a gestire le reti wireless, ad ottimizzare la navigazione su Internet tramite apparecchi mobili, a gestire i protocolli utilizzati in chat e i contenuti multimediali (foto, video e musica).

I progetti elencati sono ancora ad uno stato iniziale di sviluppo; Intel invita quindi chiunque sia interessato ad unirsi allo sviluppo, alla discussione e al testing dei diversi componenti (utilizzando ad esempio la mailing list).
«Noi vediamo il tutto come una incubatrice di tecnologia per un sacco di cose che verranno prodotte nei prossimi tre anni», ha affermato Dirk Hohndel, Intel chief per Linux e open-source technologist.

Attualmente i diversi progetti sono focalizzati sulla sola architettura Intel e tra i processori a cui Moblin fa riferimento si trovano l’A100 da 600 e 800 Mhz. Sono comunque ben accette anche collaborazioni orientate al supporto di altre architetture.