QR code per la pagina originale

Works, gratis, in versione web-based

Si fanno sempre più insistenti le indiscrezioni sull'arrivo di una versione ad-supported di Works che faccia concorrenza alle applicazioni web-based di Google. Confermata, nel frattempo, la possibilità di un prossimo importante aggiornamento per Vista

,

Si è creato un piccolo giallo intorno alle presunte dichiarazioni non ufficiali fatte da Satya Nadella, vice presidente Microsoft, a Mary Jo Foley, giornalista di tecnologia e tenutaria di uno dei più autorevoli e importanti blog incentrati su Microsoft. Secondo quanto riportato il vice presidente si sarebbe lasciato sfuggire come Microsoft Works sarebbe pronto a diventare un prodotto ad-supported per il web.

«Nadella ha aggiunto che Works sarà solo “il primo dei software ad-funded che intendiamo realizzare”. Quando ho chiesto altri esempi di prodotti che potrebbero prendere questa piega ha menzionato Office Accounting Express, un prodotto al momento disponibile sia come componente scaricabile gratuitamente che compreso in certi pacchetti Office Live». Così Mary Jo Foley nel suo blog descrive l’accaduto, ma al momento non c’è alcuna conferma ufficiale di simili dichiarazioni e lo staff Microsoft si rifiuta di commentare in merito.

Un fatto simile già si era verificato lo scorso settembre, quando, in un’intervista su Businessweek, un altro dirigente Microsoft si era lasciato sfuggire che la compagnia aveva in mente di offrire versioni gratuite o a sottoscrizione di Works dal sito Office Live. La mossa in sè avrebbe sicuro senso compiuto anche perchè negli anni Works è diventato la copia povera di Office, dal costo minore e con potenzialità simili ma ridotte. Destinato infatti a studenti e clienti che non intendono acquistare Office, Works comprende un word processor e un software per fogli di calcolo assieme ad altre applicazioni come un visualizzatore (ma non editor) di presentazioni Powerpoint. In più non ha molte delle funzioni proprie di Office e usa formati differenti dai tradizionali doc e xls.

Una simile mossa potrebbe essere l’attesa risposta di Microsoft ai sistemi web based di Google Documents & Spreadsheets, la nuova dimensione delle applicazioni online che sta riscuotendo un discreto successo e che mira a rosicchiare quote di mercato ad Office.

Intanto arriva la conferma che le update denominate “Vista Performance and Reliability Pack” e “Vista Compatibility e Reliability Pack” distribuite nei giorni scorso nell’ambito di un beta test privato sono effettivamente parti di un aggiornamento di Vista programmato per il prossimo futuro. Gli update, che includono tra le altre migliorìe allo sleep mode e miglioramenti delle prestazioni nello spostare e copiare grosse directory, potrebbero presto essere disponibili a tutti gli utenti di Windows Vista tramite il tradizionale canale di Windows Update.