QR code per la pagina originale

Vista, il service pack arriva a inizio 2008

Windows Vista ha annunciato di aver pronto il primo service pack di Windows Vista e di prevederne il rilascio nel primo trimestre del 2008 assieme al SP3 di Windows XP. Una prima beta è pronta ad un limitato test introduttivo

,

Il primo trimestre del 2008 sarà quello giusto per vedere il primo service pack di Windows Vista ed il terzo service pack di Windows XP. Dopo mesi di ipotesi e silenzi Microsoft rompe gli indugi annunciando ufficialmente di aver tutto pronto per l’inizio del nuovo anno. I tempi, dunque, sono confermati: ad un anno dal rilascio del sistema operativo sul mercato il primo service pack è pronto a portare i primi necessari cerotti.

Mai come con Windows Vista, sostiene Microsoft, l’utenza ha dimostrato di voler accelerare i tempi per passare alla nuova versione del sistema operativo. Mai come con Windows Vista, però, il service pack è stato identificato come un momento fondamentale per dare una svolta al mercato di un prodotto tanto atteso quanto criticato, più volte rinviato e giunto all’appuntamento con la distribuzione trovando troppi attori non ancora pronti. Driver mancanti, incompatibilità, dibattuti problemi di sicurezza hanno scalfito il “wow” che Bill Gates auspicava per la propria ultima grande fatica prima della pensione e fin dal primo giorno l’appuntamento era stato fissato per il SP1: solo a quel punto, sostenevano i più, Vista sarebbe stato un prodotto maturo e meritevole di considerazione.

Una prima versione del service pack è già stata consegnata ad un ristretto numero di tester (ed è poi arrivata istantaneamente su BitTorrent) e nelle prossime settimane la prova sarà estesa su un numero maggiore di utenti. Per Settembre v’è da attendersi una nuova beta, quindi si giungerà alle versioni semi-definitive per fine anno. La distribuzione di massa avverrà invece a inizio 2008, pur se una data più precisa al momento ancora non è stata comunicata.

L’annuncio giunge tramite il blog ufficiale di Vista ed il riferimento alla data specifica di rilascio adduce motivazioni legate alla qualità del pacchetto: quando i tecnici Microsoft saranno sicuri della bontà dell’aggiornamento la roadmap verrà fissata nei dettagli. Per ora si procede a spanne, partendo dalle beta prossime al rilascio.