QR code per la pagina originale

OpenOffice 3.0 prende forma

Si avvicina a grandi passi la nuova versione di OpenOffice, la suite promossa da Sun per la produttività in ufficio. Impress, Calc, Writer: OpenOffice 3.0 promette molte novità e punta forte sulle opportunità emergenti dalle estensioni

,

Anche se mancano più di cinque mesi, salvo ritardi, alla release finale, OpenOffice.org 3.0 comincia a prendere forma e una prima Developer Preview permette di dare un’occhiata preliminare, a quello che vedremo nella sempre più apprezzata suite per ufficio open source.

Come notato da OpenOfficeNinja, già all’avvio ci si imbatte nella prima novità: uno Start Center permette di selezionare le attività da svolgere, ovvero quale programma della suite avviare, o se aprire un documento o un modello. Avviando uno dei programmi della suite, si nota immediatamente il netto miglioramento delle performance. Gli utenti Apple potranno finalmente utilizzare una versione Aqua nativa, e potranno dimenticare X11 (che non lascia spazio all’integrazione con il sistema). Questo significherà ben presto la fine del progetto NeoOffice, un porting di OpenOffice su Java studiato apposta per fornire una versione Mac integrata con l’OSX.

Sono stati fatti numerosi passi in avanti nel supporto del discusso formato OOXML, usato da Microsoft nel suo Office 2007: il filtro di importazione funziona meglio di quello incluso nella serie 2.X di OpenOffice, ma si dimostra ancora fallace in alcuni punti dimostra fallace in più punti. I problemi dovrebbero essere risolti per la versione finale e OpenOffice 3.0 dovrebbe supportare pienamente OOXML (.docx, .pptx, .xlsx) sia in scrittura che in lettura.

Writer, il programma per la videoscrittura e di sicuro il modulo più usato della suite, ha acquisito la capacità di scrivere delle note a margine, colorate a seconda dell’autore. Si tratta di un progetto nato in seno allo scorso Google Summer of Code, l’iniziativa di Google per sponsorizzare l’impegno degli studenti su progetti opensource. La versione finale dovrebbe fornire una gestione avanzata per l’integrazione delle note all’interno del testo e viceversa. La gestione delle immagini si è particolarmente arricchita, con funzionalità base di editing, tra cui alcuni effetti e il ritaglio dell’immagine.