QR code per la pagina originale

Samsung rilascia il suo anti-iPhone

Sono da poco in commercio nella Corea del Sud due nuovi modelli della serie Anycall Haptic. I nuovi smartphone di Samsung sono dotati di una interfaccia completamente touchscreen in stile iPhone. Il prezzo resta però ancora proibitivo

,

Tempo di novità per Samsung, che da poche ore annovera nel proprio catalogo due nuovi cellulari multifunzione completamente touchscreen. Lanciata nella giornata di ieri sul mercato della Corea del Sud, la nuova serie Anycall Haptic ricorda molto da vicino lo smartphone dei record iPhone, ormai in commercio da circa un anno. Numerose funzionalità e la stessa interfaccia grafica presentano numerosi elementi in comune con il dispositivo prodotto da Apple, a conferma di come il cellulare multifunzione della mela abbia spinto i costruttori concorrenti a rinnovare parte dei propri cataloghi con nuove soluzioni tecnologiche.

I nuovi Anycall Haptic (SCH-W420 e SPH-W4200) si presentano con uno schermo molto ampio da 3,2 pollici in formato 16:9, una fotocamera da 2 megapixel, ricevitore per la TV digitale e una antenna Bluetooth 2.0 per la connettività. Interessante la capacità del dispositivo di riprodurre 22 tipi differenti di vibrazioni. Tale possibilità si coniuga con l’interfaccia grafica touchscreen dello smartphone, offrendo agli utenti dei veri e propri effetti tattili oltre a quelli sonori e visivi. Stando alle prime informazioni rilasciate da Samsung, l’interfaccia sarebbe dunque in grado di restituire al tatto la «consistenza» dei widget e delle altre applicazioni utilizzabili con il dispositivo. Il prezzo base dei nuovi modelli della serie Anycall Haptic dovrebbe oscillare tra i 700 e gli 800 dollari, cifre ancora poco abbordabili per la maggior parte del settore consumer cui Samsung vorrebbe principalmente rivolgersi con i suoi nuovi dispositivi.

Sempre nella giornata di ieri, la società coreana ha confermato l’acquisizione dei principali asset strategici e commerciali di Clairvoynante, l’azienda che ha ideato la tecnologia PenTile per il subpixel rendering. I nuovi asset acquisiti da Samsung confluiranno nella nuova divisione Nouvoyance, che avrà il compito di implementare nuove soluzioni per la gestione della risoluzione apparente degli schermi a cristalli liquidi. La nuova unione potrebbe portare presto alla elaborazione di nuovi algoritmi e driver per migliorare la definizione e la gestione dei colori negli schermi LCD prodotti da Samsung.