QR code per la pagina originale

E’ l’HSDPA la sorpresa dell’anno

Nonostante non se lo aspettassero nemmeno i produttori e i fornitori di connettività, la tecnologia di terza generazione e mezza sta conquistando importanti quote di mercato e i device che la supportano continuano a moltiplicarsi

,

La tecnologia HSDPA, il passo in avanti dell’UMTS, ovvero la connettività 3,5G per telefoni cellulari e schede per pc, sta facendo segnare cifre record di crescita come numero di device abilitati e numero di utilizzatori.

Solo nell’ultimo anno gli utenti HSDPA sono cresciuti dell’850%, passando da 3 a 32 milioni di unità e gran parte del merito di un simile aumento è da imputare non tanto agli smartphone quanto alle schede pc per la connessione ad internet in mobilità.

Nemmeno gli stessi operatori del settore sembravano aver capito le potenzialità di sviluppo del settore che grazie alla facilità d’uso, alla crescente diffusione dei portatili e all’abbassamento delle tariffe sta vivendo un momento d’oro. Ora infatti il grande problema di tutti gli operatori è riuscire a supportare una simile mole di traffico con la banda adeguata. La tecnologia HSDPA infatti prevede velocità che oscillano tra gli 1,8 e i 7,2 Mbit/sec.

Se il trend dovesse continuare i telefoni 3G e 3,5G supereranno i GSM in diffusione nel 2010, anno per il quale in Italia nello specifico almeno il 60% degli utenti dovrebbe essere dotato di una simile connettività mobile. Sempre secondo le previsioni infine nel 2013 la penetrazione della tecnologia di terza generazione e mezza dovrebbe essere la più importante.

Solo nell’ultimo anno infatti il numero di device abilitati ad un simile traffico è aumentato del 265% e i carrier che supportano il traffico HSDPA sono passati da 73 a 166 solo nel corso dell’ultimo anno.

I dati relativi all’area europea evidenziano i tratti del fenomeno. Una ricerca Forrester ripresa da PMI.it, infatti, sottolineano il fatto che «entro il 2013 il numero degli utenti di telefonia mobile in Europa che effettua l’accesso a Internet tramite i propri telefonini si triplicherà, raggiungendo la cifra record di circa 125 milioni (38%) di utenze […] Così nel 2013 un utente su quattro possiederà un telefono abilitato 3,5G». Per una volta, infine, l’Italia è ai vertici nelle tabelle di crescita di una tecnologia: in virtù della nostra innata vocazione alla mobilità, «Tra mercati più dinamici e aperti allo sviluppo dell’uso di Internet attraverso dispositivi mobili, secondo l’indagine di Forrester figura proprio il nostro Paese, insieme a Austria, Gran Bretagna e Paesi Nordici».