QR code per la pagina originale

Fastweb frena “il mulo”

,

eMule risulta essere il Client P2P più amato dagli utenti della Rete di tutta Europa.

Lo splendore del “mulo“, in termini di prestazioni, rischia di essere compromesso a causa di Fastweb che, con il pretesto di tutelare tutti gli altri servizi Internet, ha limitato la banda in upload a 400 kb/s (inizialmente erano 5 Mb/s).

L’offuscamento, utilissima funzione di eMule che consentiva velocità di trasmissione di dati maggiori, sembra non sortire più gli effetti iniziali a causa dei numerosi filtri applicati dall’operatore telefonico.

Ricordiamo che per la rete Fastweb esiste Adunanza, una versione modificata di eMule molto utile per evitare colli di bottiglia con gli utenti non Fastweb.

Appare troppo drastica la riduzione della velocità applicata dal Provider, sebbene volta a garanzia degli altri servizi (e gli utenti che non scaricano).

Sembra che, anche in Italia, si stia verificando ciò che è accaduto qualche mese fa nel resto d’Europa, ovvero che gli ISP iniziano seriamente a ostacolare il P2P.

Ma sarà corretto nei confronti degli abbonati che hanno sottoscritto un contratto consapevoli del fatto che Fastweb non avrebbe limitato nulla?