QR code per la pagina originale

Motorola taglia 2.600 posti di lavoro

,

Non si dica che di questi tempi Motorola non stia facendo di tutto per finire sulle prime pagine dei giornali di settore: dapprima ha annunciato la prossima indipendenza della sua divisione di telefonia mobile, poi ha dovuto tamponare le voci di corridoio che davano la stessa divisione di cellulari in vendita all’indiana Videocon. Adesso, invece, la compagnia ha annunciato di prendere in considerazione l’idea di tagliare circa 2.600 posti di lavoro, una sensibile fetta delle proprie risorse umane, che a fine 2007 ammontavano a oltre 10.000 unità.

L’annuncio va a sommarsi ad una precedente comunicazione della stessa Motorola, che nel mese di Gennaio del 2007 annunciò di voler eliminare dal proprio organico circa 3.500 posti di lavoro come parte del piano di riduzione dei costi che avrebbe dovuto condurre la società a risparmiare circa 400 milioni di dollari.

Nel Maggio 2007, tuttavia, Motorola annunciò il taglio di altri 4.000 posti di lavoro, cercando di migliorare in tal modo i propri risultati operativi e finanziari.

Come risultato di questi giochi di forbice, invece, Motorola ha ridotto del 10% la sua forza lavoro rispetto all’inizio del 2007, senza probabilmente ottenere quanto sperato sul piano del risparmio finanziario.