QR code per la pagina originale

USA, le reti 3G arriveranno a 20Mbs

AT&T porterà a 20 Mbs la velocità delle sue reti 3G nel corso del prossimo anno. La modifica non comporterà particolari modifiche strutturali dell'attuale rete. L'annuncio giunge a pochi giorni dall'arrivo del nuovo iPhone 3G

,

AT&T, la più grande compagnia telefonica degli Stati Uniti, ha da poco dichiarato l’intenzione di aumentare considerevolmente la velocità della sua rete mobile di terza generazione (3G) sul territorio statunitense. Salvo imprevisti e inconvenienti tecnici, nel corso del 2009 il gestore telefonico porterà il suo network 3G alla notevole velocità di 20 Mbs, circa il quintuplo rispetto all’attuale capacità della rete. L’indiscrezione giunge direttamente da Ralph de la Vega, primo responsabile del settore mobilità di AT&T, intervenuto alla conferenza annuale sulle comunicazioni della Morgan Stanley.

Nel corso dell’incontro, De la Vega ha esposto gli ultimi grandi progressi raggiunti da AT&T nel campo della ricerca sulle reti 3G e sulla tecnologia per l’High Speed Packet Access (HSPA): «Siamo consapevoli di essere ai primi stadi di quella che potrei definire una rivoluzione nel trasferimento di dati via wireless». Il rilascio della nuova evoluzione della tecnologia HSPA dovrebbe avvenire nel corso del prossimo anno, consentendo agli utenti di AT&T di accedere alla Rete a una velocità media di 20 megabit per secondo.

La transizione al nuovo standard non comporterà particolari modifiche all’attuale rete 3G della compagnia telefonica americana. La maggior parte degli upgrade, infatti, saranno applicati a livello di software, con l’introduzione di nuovi protocolli e metodi di compressione per i dati destinati a viaggiare sul network. Ciò dovrebbe consentire una migrazione “indolore” alla nuova tecnologia, permettendo un sensibile miglioramento del servizio in tempi e con costi contenuti. A margine dell’incontro, Ralph de la Vega ha poi ribatito l’interesse di AT&T per le reti 4G a 700 MHz del futuro e per l’accesso attraverso il nuovo standard LTE (Long Term Evolution). Le prime applicazioni sul campo dovrebbero iniziare nel corso del 2010, garantendo in futuro agli utenti connessioni veloci a circa 100 megabit per secondo. «LTE consentirà una retrocompatibilità con gli standard GSM e HSPA, con grandi benefici per i consumatori. Il nostro percorso verso LTE ci permetterà di raggiungere i nostri obiettivi passo dopo passo, con stadi intermedi che garantiranno velocità costantemente maggiori ogni giorno» ha dichiarato De la Vega.

L’implementazione del network 3G di AT&T giunge in un periodo di particolare attenzione per le reti di terza generazione, veicolato principalmente dalle insistenti voci sull’imminente arrivo di un nuovo iPhone compatibile con tale standard. Distributore esclusivo per gli Stati Uniti, AT&T ha attivato nel corso dell’ultimo anno centinaia di migliaia di contratti basati sullo smartphone prodotto da Apple. Le nuove velocità preannunciate dalla società telefonica, a pochi giorni dall’arrivo dell’innovativo dispositivo della mela, potrebbero contribuire sensibilmente alla vendita del nuovo iPhone di seconda generazione ormai atteso da mesi.